{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

BANCA CR FIRENZE E CONFARTIGIANATO IMPRESE TOSCANA PRESENTANO IL PROGETTO “MICRO CREDITO”

•  finanziamenti più semplici e rapidi per le imprese artigiane
•  scambio reciproco di informazioni a sostegno delle imprese associate
• credito fino a 30.000 euro per nuovi clienti affidati e fino a 50.000 euro per clienti già affidati
•  testato il nuovo processo di credito: il 60% lo raccomanderebbe ad altri imprenditori

Firenze, 31 luglio 2012 – Risposte rapide, finanziamenti per investimenti e liquidità, dialogo continuo per elaborare insieme soluzioni: questi i punti salienti del progetto “MICRO CREDITO” elaborato da Banca CR Firenze e Confartigianato Imprese Toscana. Una iniziativa verso le imprese artigiane toscane frutto della lunga collaborazione tra Banca e Associazione e nel solco della continuità del recente accordo nazionale tra Intesa Sanpaolo e Rete Imprese Italia.

Il progetto, presentato oggi da Luca Severini, Direttore Generale di Banca CR Firenze e da Fabio Banti, Presidente di Confartigianato Imprese Toscana, rinsalda il pieno sostegno alle piccole e medie imprese associate che, in un momento congiunturale ancora difficile, devono rafforzarsi ed essere pronte a cogliere i segnali della ripresa.

Il principale obiettivo di “Micro Credito” è infatti rendere più semplice e rapida la concessione di finanziamenti di piccoli importi ad imprese artigiane aderenti a Confartigianato facendo leva su un maggior dialogo e sullo scambio reciproco di informazioni, nonché sugli strumenti informatici messi a disposizione dal Gruppo Intesa Sanpaolo come il nuovo processo di credito alle imprese del segmento small business. I finanziamenti possono arrivare fino a 30.000 euro per nuovi clienti affidati e fino a 50.000 per clienti già affidati.

In una indagine a livello nazionale su un campione di circa 500 artigiani che hanno dichiarato di avere avuto problemi nell’ottenimento di finanziamenti dalle banche, è emerso che i maggiori problemi riscontrati nell’ottenimento di finanziamenti sono l’eccessiva richiesta di garanzie (circa il 50%) ed i tempi di risposta lunghi (circa il 35%). Grazie alla partnership con Confartigianato Toscana, Banca CR Firenze potrà applicare agli associati  il nuovo processo di credito messo a disposizione dal Gruppo, che riduce significativamente i tempi di risposta - il tempo di delibera viene ridotto a 2 giorni in media - e utilizza un questionario qualitativo semplificato e un modello di rating in grado di velocizzare i tempi di valutazione del merito creditizio: valutando i comportamenti del cliente con la banca e/o con il sistema creditizio in generale e tenendo conto della storia familiare dell’imprenditore, si riescono ad apprezzarne i comportamenti virtuosi.

Operativamente, il progetto “Micro Credito” è in fase di test su circa un centinaio di imprese associate a Confartigianato; verrà quindi esteso a tutti gli aderenti nel mese di settembre ed è prevista una continua opera di informazione agli associati attraverso eventi nelle varie province toscane.

“Gli imprenditori devono poter contare su risposte rapide – commenta Luca Severini, Direttore Generale di Banca CR Firenze., ma per fare questo dobbiamo lavorare insieme, elaborando pratiche di finanziamento ben strutturate e frutto di un dialogo efficace sulle rispettive esigenze. Stiamo rilevando segnali molto incoraggianti: chi ha avuto modo di provare il nostro nuovo processo di concessione del credito apprezza, in particolare, la velocità delle risposte. Il 60% di loro ha dichiarato la propria disponibilità ad illustrare la nostra proposta ad altri imprenditori”.

“Con questo progetto, siamo finalmente nelle condizioni di dare risposte alle esigenze finanziare delle nostre imprese – dichiara Fabio Banti, Presidente Confartigianato Imprese Toscana -. Grazie alla collaborazione di CR Firenze, all’esperienza d'Intesa Sanpaolo e alla conoscenza delle piccole imprese artigiane associate, è stato realizzato un prodotto specifico che tiene conto più della storia che dei bilanci delle imprese, semplificando la documentazione necessaria e quindi i tempi di risposta, più o meno 2 giorni. Il tetto delle somme erogate 30 - 50 mila euro, può sembrare basso ma possiamo assicurare che per le esigenze di liquidità accontenta il 60% delle nostre imprese ed è quello che abbiamo chiesto da mesi alle banche, CR Firenze lo ha capito e gli artigiani che hanno partecipato alla fase di sperimentazione, circa un centinaio, ci hanno ringraziato. Gli altri imprenditori li aspettiamo a settembre”.


CONTACTS:
GRUPPO INTESA SANPAOLO -Ufficio Stampa               CONFARTIGIANATO TOSCANA
Monica Biffoni   Tel. 055 2612550                             Giacomo Guerrini  Tel. 335 6063751
email:
monica.biffoni@intesasanpaolo.com                  email: info@giacomoguerrini.it

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}