{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

IL FALSTAFF DI VERDI IN MOSTRA ALLE GALLERIE D’ITALIA


• I documenti acquistati da Intesa Sanpaolo ed Eni saranno esposti presso Palazzo Brentani


Milano, 16 gennaio 2013 – In occasione della prima del Falstaff di Giuseppe Verdi al Teatro Alla Scala, le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, Milano accolgono i manoscritti acquistati da Intesa Sanpaolo ed Eni. L’esposizione comprende le prime pagine del Falstaff, il telegramma di Giuseppe Verdi ad Arturo Toscanini per l’ottima esecuzione dell’opera alla Scala nel 1899 e la partitura dell’Ave Maria per coro.


I documenti saranno in mostra presso Palazzo Brentani, uno dei tre edifici che compongono le Gallerie di Piazza Scala, gli spazi espositivi che ospitano le collezioni d’arte dell’Ottocento e del Novecento di Intesa Sanpaolo.


I manoscritti saranno successivamente trasferiti al Museo del Teatro Alla Scala, casa ideale di questa straordinaria testimonianza storica, dove tutti i milanesi potranno ammirarli. Il Falstaff è infatti l’opera che Giuseppe Verdi ha scritto e pensato a Milano. Un ritorno importante, anche per gli studiosi.


Con l’iniziativa dei documenti verdiani Intesa Sanpaolo ribadisce la sua vicinanza alla città di Milano e prosegue nel suo impegno di favorire l’interesse e l’accostamento del pubblico all’arte nelle sue diverse espressioni.


Per informazioni
Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Ufficio Media Attività Istituzionali, Sociali e Culturali
+39 0287963010
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}