{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

L’ASSEMBLEA DI BANCA DI TRENTO E BOLZANO APPROVA IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 E DELIBERA SULLA NOMINA DEL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO SINDACALE

• raccolta diretta da clientela +7,9%;
• raccolta gestita  +5,1%;
• oltre 6.000 nuovi clienti acquisiti nel corso del 2012;
• 2,58 miliardi di euro impieghi a clientela, di cui 204 milioni di nuovi finanziamenti a medio/lungo termine erogati;
• coefficienti patrimoniali mantenuti su elevati  livelli (Total Capital ratio al 12,7%);
• oneri operativi in calo del 2,5%;
• risultato della gestione operativa a 25,2 milioni di euro in crescita del 4,0% rispetto al 2011 e miglioramento del cost / income;
• risultato lordo ante imposte 2012  0,7 milioni;
• nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione e il nuovo Collegio Sindacale.


Trento, 20 marzo 2013. L’Assemblea dei soci della Banca di Trento e Bolzano (Gruppo Intesa Sanpaolo), riunitasi a Trento sotto la Presidenza di Mario Marangoni, ha approvato il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2012.

La raccolta diretta da clientela, pari a 1,25 miliardi al 31 dicembre 2012, cresce del 7,9% rispetto a fine 2011, a conferma della capacità di crescita delle masse da parte della banca anche in un momento critico dell’economia.
Importante anche la crescita della raccolta gestita, costituita da fondi comuni di investimento, gestioni patrimoniali mobiliari e prodotti di risparmio di natura assicurativa, nella misura del +5,1% raggiungendo l’ammontare complessivo di 613,3 mln di Euro.

Nel corso del 2012 sono stati acquisiti oltre 6.000 nuovi clienti.

I crediti alla clientela ammontano a 2,58 miliardi al 31 dicembre 2012, in leggera flessione (-2,8%) rispetto a fine 2011;  comprendono 204 milioni di nuovi finanziamenti a medio - lungo termine erogati nel 2012 a sostegno dell’economia locale.

La banca anche nel corso del 2012 ha confermato la propria solidità patrimoniale. Infatti i coefficienti patrimoniali di vigilanza evidenziano i seguenti elevati  livelli, ampiamente superiori ai limiti regolamentari:
- Tier 1 capital ratio pari all’12%
- Total capital ratio pari al 12,7%.

I proventi operativi netti sono pari a 85,3 milioni, con una lieve diminuzione di 0,6 milioni (- 0,7%) rispetto ai valori 2011  che includevano 1,6 milioni di ricavi non ricorrenti nell’ambito del “risultato dell’attività di negoziazione”.

A seguito della rigorosa politica di contenimento dei costi, gli oneri operativi  sono calati a 60,1 milioni, con una flessione complessiva di 1,6 milioni (- 2,5%) rispetto ai 61,7 milioni del 2011 (che aveva già registrato una diminuzione del 6,8% rispetto al 2010), rilevata sia nelle spese del personale (-1,0%) che in quelle amministrative (-5,0%).

La crescita della gestione operativa (che misura l’attività ordinaria della banca), a 25,2 mln con un aumento di 1 milione, pari al +4%, rispetto ai 24,2 milioni del 2011 è un   risultato significativo che fa seguito ad una  crescita del 76,8% nel 2011 rispetto al 2010 e conferma la prosecuzione di un trend di miglioramento della redditività operativa della Banca. Il cost / income del 2012 è migliorato al 70,5% rispetto al 71,8% del 2011.
 
Il valore di 22,9 milioni delle rettifiche di valore nette su crediti del 2012 si posiziona a livelli ancora ragguardevoli rispetto al risultato della gestione operativa, a testimonianza del perdurare di una grave situazione dell’economia reale e della contestuale volontà di coprire adeguatamente e prudenzialmente i rischi, ma  è in miglioramento rispetto  ai 39,2 milioni  del 2011.

Il risultato lordo ante imposte del 2012, si determina quindi in un valore di segno positivo pari a 0,7 milioni ed il risultato netto del 2012, dopo imposte  per 1,2 milioni e oneri di integrazione netti di 0,4 milioni, si fissa in un saldo di -0,9 milioni.

L’Assemblea degli Azionisti ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione e il nuovo Collegio Sindacale e il rispettivo Presidente che resteranno in carica per gli esercizi 2013, 2014 e 2015, sino alla data dell’Assemblea che approverà il bilancio dell’esercizio 2015. 

Il nuovo CdA è così composto: Thomas Ausserhofer, Michl Ebner, Adriano Dalpez, Eliano Lodesani, Ettore Lombardo, Matteo Bruno Lunelli, Mario Marangoni, con una riduzione dei Consiglieri da undici a sette membri.

Il nuovo Collegio Sindacale è così composto: Franco Turrini, Presidente, Ugo Endrizzi e Marilena Segnana, Sindaci Effettivi, Ernesto Carrera e Mariella Tagliabue, Sindaci Supplenti.

Il Presidente ha rivolto un vivo ringraziamento ai consiglieri uscenti, Giovanni Antonio Benedetti, Ludovico Benvenuti, Cesare Chierzi, Patrizia Pizzini, Aldo Scarselli e al Presidente del Collegio Sindacale uscente, Giulio Castelli, per l’intensa attività, l’attenzione e la collaborazione e la stima reciproca che ha sempre contraddistinto il suo lungo mandato.

A termine dell’Assemblea si è riunito il nuovo CdA che ha eletto Mario Marangoni alla carica di Presidente e Michl Ebner alla carica di Vicepresidente, riconfermando per entrambi le cariche già ricoperte nel CdA del triennio che si è concluso con l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2012 da parte dell’Assemblea.


Banca di Trento e Bolzano è una società soggetta all’attività di direzione e coordinamento del Gruppo Intesa Sanpaolo, iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari.

 

 

Per informazioni

Intesa Sanpaolo

Ufficio Rapporti con i Media – banca dei Territori e Media Locali
Tel. +39 049 6539835 – cell. +39 335 1355936
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}