{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

ALLE GALLERIE D’ITALIA DI PALAZZO LEONI MONTANARI 

IL TERZO CONCERTO DI PROGETTO ORCHESTA

 

 

● Domenica 23 marzo a Palazzo Leoni Montanari il terzo concerto di “Progetto Orchestra” con musiche di Locatelli, Hindemith, Wolf e Richard Strauss

 

Vicenza, 21 marzo 2014Domenica 23 marzo alle ore 16:30 si terrà alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari il terzo concerto con i giovani musicisti ammessi all’edizione 2014 di “Progetto Orchestra”, il corso di formazione orchestrale con il maestro Leon Spierer dedicato a diplomati e diplomandi in strumenti ad arco, organizzato dalla Società del Quartetto in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

 

Al laboratorio musicale con Spierer, che si sviluppa per cinque giorni al mese e terminerà il prossimo aprile, partecipano gratuitamente 14 giovani “archi” (età media intorno ai vent’anni) provenienti da varie regioni italiane. Le lezioni, individuali e di gruppo, si svolgono presso le Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari e prevedono l’approfondimento di alcune partiture per ensemble d’archi che abbracciano un arco temporale molto ampio.

 

Il pomeriggio domenicale in compagnia di Spierer e dei suoi giovani “colleghi” si snoda questa volta attraverso alternanti stati d’animo e salti temporali, iniziando da molto lontano, con l’arioso Concerto Grosso n. 12 op. 4 per quattro violini e archi di Pietro Antonio Locatelli. Considerato oggi un autore di secondo piano, Locatelli fu in verità uno dei compositori più acclamati della prima metà del Settecento, noto soprattutto per le sue straordinarie qualità di virtuoso del violino.

 

Tutt’altra atmosfera quella evocata dal secondo brano in programma. Trauermusik per viola e orchestra d’archi è infatti un malinconico pezzo in quattro brevi movimenti che Paul Hindemith compose di getto in un pomeriggio di gennaio del 1936 (negli studi londinesi della BBC) in memoria di Re Giorgio V, che era scomparso proprio nei giorni in cui Hindemith si trovava a Londra.

 

Con un balzo indietro nel tempo di mezzo secolo (siamo nel 1887) gli archi di “Progetto Orchestra” propongono di seguito la “Serenata Italiana” del compositore austriaco Hugo Wolf. Brano fresco e spumeggiante, fu scritto inizialmente per quartetto d’archi e strumentato per orchestra, cinque anni più tardi, dallo stesso Wolf.

 

In chiusura di concerto si rientra nel pieno Novecento con uno dei capolavori più alti di Richard Strauss (nemmeno lontano parente degli Strauss celebri per i valzer viennesi). Metamorphosen, del quale viene eseguita la versione per sette archi, fu composto da Strauss nella primavera del 1945, poche settimane prima della disfatta del regime nazista. Il contesto storico della genesi è, qui più che altrove, indispensabile per cercare di comprendere appieno la straordinaria, desolata intensità di questo pezzo per certi versi enigmatico.

 

Come nelle passate edizioni, anche quest’anno le Gallerie d’Italia-Palazzo Leoni Montanari aprono le porte di Progetto Orchestra al mondo della scuola. Nella giornata di venerdì, alle lezioni di Spierer, parteciperanno da spettatori 140 ragazzi delle scuole del territorio,  che avranno l’occasione di seguire da “dietro le quinte” il minuzioso lavoro di preparazione di un concerto.

 

 

Per informazioni:

 

GALLERIE D’ ITALIA – PALAZZO LEONI MONTANARI

Vicenza, contra’ S.Corona 25

Tel. 800.578875

info@palazzomontanari.com

www.palazzomontanari.com

 

 

SOCIETA’ DEL QUARTETTO

www.quartettovicenza.org

 

 

UFFICIO STAMPA INTESA SANPAOLO

Ufficio Media Attività Istituzionali Sociali e Culturali

+39 02 87962641

stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}