{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

INTESA SANPAOLO ADERISCE AI PRINCIPI DELL’ONU

PER LA RESPONSABILITÀ DEL SETTORE BANCARIO

 

Il 22 settembre la firma e la presentazione ufficiale all’inizio della settimana dell’Assemblea Generale ONU a New York alla presenza del Segretario Generale delle Nazioni Unite.

 

Il CEO Carlo Messina: “Per una Banca come la nostra che ha fissato la sostenibilità come obiettivo del Piano di Impresa, l’adesione di Intesa Sanpaolo ai Principi UNEP FI è stato un passaggio naturale e conseguente”.

 

Milano, 20 settembre 2019 – Intesa Sanpaolo aderisce ai Principles for Responsible Banking - PRB dell’UNEP FI (la sezione del Programma per l’ambiente dedicata alle istituzioni finanziarie), documento programmatico che intende avvicinare il settore bancario verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile ONU (UN Sustainable Development Goals) e dell’accordo di Parigi sul clima del 2015. La firma e la presentazione ufficiale si svolgeranno il 22 settembre, all’inizio della settimana dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, presso la sede ONU a New York, alla presenza del Segretario generale António Guterres. Intesa Sanpaolo è Firmatario fondatore (Founding Signatory), status che si applica alle banche che per prime hanno confermato l’adesione.

 

Carlo Messina, CEO e Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo, ha commentato: “Intesa Sanpaolo ha aderito all’UNEP FI e al Global Compact ONU fin dalla nascita del Gruppo nel 2007. Per una Banca come la nostra, che ha fissato la sostenibilità come obiettivo del Piano di Impresa 2018-2021, aderire ai PRB è stato un passaggio naturale e conseguente. Stiamo realizzando impegni di grande rilievo: un fondo per la Circular Economy di €5 miliardi, in relazione al quale abbiamo in programma il collocamento sui mercati internazionali del nostro secondo Sustainability Bond, un piano di inclusione economica basato su un fondo di 1,25 miliardi, un grande progetto a sostegno dei più bisognosi. Siamo fortemente impegnati in attività culturali con il Progetto Cultura, per la condivisione del nostro vasto patrimonio artistico”.

 

Le aspettative della società cambiano e alle banche viene chiesto di essere sempre più trasparenti e chiare su come i loro prodotti e servizi creano valore per i clienti, per gli investitori, così come per la collettività. Indicando come allineare la propria strategia di business, i Principles forniscono il quadro per un sistema bancario sostenibile con l’obiettivo di favorire un’accelerazione del contributo positivo di questo settore alle grandi questioni della sostenibilità.

 

I Principles sono sei: 1) allineamento delle strategie aziendali agli obiettivi di sviluppo sostenibile ONU (SDGs) e con i contesti nazionali e regionali, 2) impatto positivo da valorizzare e impatto negativo da ridurre, 3) sostegno a clienti che promuovono la sostenibilità e la prosperità delle generazioni attuali e future, 4) coinvolgimento e collaborazione proattiva con gli stakeholder per condividere gli obiettivi, 5) una governance efficace, 6) monitoraggio dell’applicazione dei principi e trasparenza sui risultati raggiunti.

 

Di seguito il link ai Principles for Responsible Banking: https://www.unepfi.org/wordpress/wp-content/uploads/2019/07/FINAL-PRB-Signature-Document-2-Interactive-22-07-19.pdf

 

 

Intesa Sanpaolo

Media Relations, Attività istituzionali, sociali e culturali

stampa@intesasanpaolo.com

www.intesasanpaolo.com/it/news

 

 

Intesa Sanpaolo 

Intesa Sanpaolo è una delle più solide e profittevoli banche europee. Offre servizi bancari commerciali, di corporate investment banking, di gestione del risparmio, asset management e assicurativi. È la principale Banca in Italia con circa 12 milioni di clienti serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali. Le banche estere del Gruppo contano 7.2 milioni di clienti in Est Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo. Per il Gruppo creare valore significa essere motore di crescita per la società e l'economia. 

In campo ambientale, ha creato un fondo di € 5 miliardi destinato all'economia circolare. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per € 1,2 miliardi di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito. Intesa Sanpaolo è fortemente impegnata in attività culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti in Italia e all'estero, incluse esposizioni permanenti e temporanee del suo vasto patrimonio artistico presso le Gallerie d'Italia, i musei del Gruppo a Milano, Napoli e Vicenza.

 

Sito internet: group.intesasanpaolo.com | News: https://www.intesasanpaolo.com/it/news.html | Twitter: @intesasanpaolo | Facebook: @intesasanpaolo | LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/intesa-sanpaolo | Instagram: @intesasanpaolo

 

 


 

NOTA DI APPROFONDIMENTO

 

 

L’IMPEGNO DI INTESA SANPAOLO

PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E SOCIALE

 

Intesa Sanpaolo è da sempre in prima linea nella sostenibilità, un impegno che è stato confermato nel Piano di Impresa 2018-2021. L’impegno verso la sostenibilità ha consentito a Intesa Sanpaolo di ricevere diversi riconoscimenti, tra cui l’inclusione in numerosi indici di sostenibilità, come i Dow Jones Sustainability (World e Europe) e la “Climate Change A List 2018” del Carbon Disclosure Project, che include le 126 aziende mondiali leader per l’impegno nella lotta al cambiamento climatico e per la strategia in favore dell’ambiente. Secondo la classifica 2019 di Corporate Knights, società di ricerca e di rating canadese specializzata in sostenibilità, Intesa Sanpaolo si è posizionata all’80° posto tra 7.500 società quotate ed è l’unica banca italiana inclusa tra le Top 100 società più sostenibili al mondo.

 

Sostenibilità ambientale

 

L’impegno verso la sostenibilità ambientale ha portato a dare continuità alle azioni di contenimento delle proprie emissioni di CO2 grazie a un piano pluriennale di azione e all’offerta di prodotti e servizi finanziari green, con finanziamenti pari a oltre 1,9 miliardi di euro erogati nel 2018. È stata la prima banca italiana ad emettere un Green Bond nel giugno 2017 per un importo complessivo di 500 milioni di euro per il finanziamento di progetti dedicati in particolare alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica. I proventi del Green Bond hanno finanziato 75 progetti con un risparmio annuale di più di 353 mila tonnellate di emissioni di CO2 (pari alle emissioni annuali di circa 66.000 abitanti). Intesa Sanpaolo, in stretta partnership con la Fondazione Ellen MacArthur a favore dell’economia circolare, ha istituito un plafond creditizio di 5 miliardi di euro e ha lanciato il primo laboratorio italiano per la Circular Economy – insieme con la Fondazione Cariplo. Inoltre, nel 2018 è stato lanciato il fondo Eurizon Fund Absolute Green Bonds, il primo strumento istituito da un asset manager di matrice italiana specializzato sui mercati obbligazionari internazionali che permette di finanziare progetti legati all’ambiente.

 

Sostenibilità sociale

 

Nel corso del 2018 il Gruppo Intesa Sanpaolo ha erogato finanziamenti per attività ad alto impatto sociale per quasi 4,5 miliardi di euro (7,4% sul totale dei nuovi finanziamenti), contribuendo a creare opportunità imprenditoriali e occupazionali nonché ad aiutare le persone in difficoltà attraverso diverse forme: microcredito, prestiti antiusura, prodotti e servizi destinati ad associazioni ed enti del Terzo settore; prodotti dedicati alle categorie sociali più vulnerabili per favorirne l’inclusione finanziaria; finanziamenti di sostegno alle popolazioni colpite da eventi catastrofici. Intesa Sanpaolo da tempo ha riconosciuto l’importanza di servire le organizzazioni del Terzo Settore verso il quale, nel 2018, sono stati erogati nuovi finanziamenti per circa 250 milioni di euro. Inoltre, il Fund for Impact consentirà l'erogazione di circa 1,25 miliardi di euro a categorie con difficoltà di accesso al credito. La prima iniziativa ha riguardato il finanziamento "per Merito" messo a disposizione degli studenti residenti in Italia, volto ad ampliare in maniera strutturale, senza necessità di garanzie, l'accesso alle università italiane e straniere.

Forte l’impegno nella filantropia a favore delle persone in difficoltà e come leva di crescita del Paese. L’obiettivo filantropico si è concretizzato per il 2018 con accordi di collaborazione con enti e associazioni, spesso già partner della Banca, per la definizione di progetti di solidarietà sociale di medio lungo periodo con oltre 3,5 milioni di interventi.

Nel 2018 il Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo, in capo alla Presidenza, ha erogato circa 12 milioni di euro a sostegno di oltre 900 progetti realizzati da enti non profit. Il 72% è stato destinato al sociale, il 16% ad iniziative presentate da enti religiosi, l’8% alla cultura, dove l’attività del Fondo ha dato priorità a progetti che includessero soggetti fragili ed emarginati, il 4% alla ricerca scientifica. Nel 2019 la dotazione del Fondo è pari a 13,5 milioni di euro.

 

 

 

***

 

 

Intesa Sanpaolo

Media relations - Attività istituzionali, sociali e culturali

Settembre 2019

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}