{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Intesa Sanpaolo presenta il libro “Cha-ching! L’arte del risparmio”

Presso la Biblioteca Angelica di Roma, si è svolta la presentazione del libro “Cha-Ching! L’arte del Risparmio”, volume edito da Franco Maria Ricci in collaborazione con Intesa Sanpaolo e il Museo del Risparmio di Torino. Nel corso dell’evento, presentato da Enrica Bonaccorti, si sono susseguiti gli interventi del Presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, e degli autori dei testi, Giancarlo de Cataldo e Guido Guerzoni.

Giancarlo De Cataldo - autore dei famosi Romanzo Criminale (2004) e Suburra (2014), diventati poi successi anche sul piccolo e sul grande schermo - il ricercatore di Storia dell’Università Bocconi di Milano, Guido Guerzoni, affrontano un argomento rilevante qual è il risparmio in modo originale e innovativo. La premessa, necessaria, è che molti italiani, pur mettendo via denaro, spesso lo fanno senza che a questo sia associata una progettualità futura, un fatto che si collega a un tema più ampio e complesso inerente le scelte tra presente e futuro.

Guido Guerzoni e Giancarlo De Cataldo affrontano in modo originale l’argomento della gestione del risparmio

I salvadanai accompagnano il lettore in un percorso dedicato al risparmio, con Giancarlo De Cataldo che nel nuovo libro, dopo l’introduzione di Franco Maria Ricci, ripercorre il turbinoso racconto giallo Il maiale felice, inserito nel volume, che narra il furto di un porcellino molto particolare e delle impreviste conseguenze che ne scaturiscono. Guido Guerzoni accompagna poi il lettore in una storia sociale e culturale del risparmio, presentando il continuo sviluppo di un concetto che è inesorabilmente mutato nel corso dei secoli.

I testi sono arricchiti dalla presenza di immagini inedite appartenenti ad una rara collezione di salvadanai esposta al Museo del Risparmio di Torino, costituita da milleseicento pezzi, dei quali è presente un’accurata selezione illustrativa che ne include circa cento sapientemente immortalati da Mauro Davoli.

Per il Presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro “è importante che le persone comprendano” come il risparmiare non sia un’azione “passiva” ma, al contrario, “una forma di progettualità”. “L’attenzione al risparmio e la sua gestione ottimale sono “parte integrante dell’attività della Banca anche per quanto concerne l’educazione finanziaria” – ha spiegato Gros-Pietro -, “e per questo nel 2012 Intesa Sanpaolo ha progettato e creato il Museo del Risparmio a Torino”, aperto al pubblico per promuovere e diffondere la cultura della “gestione consapevole del denaro”.

Franco Maria Ricci ha sottolineato come Cha-Ching, ovvero “la musica delle monete, è una locuzione molto usata dagli americani. Se è vero che i soldi non danno necessariamente la felicità, è pur vero che il loro tintinnare è tra i suoni più piacevoli e tranquillizzanti che ricordiamo”. Pubblicare un volume che parla di Risparmio “attraverso il salvadanaio (amico d’infanzia in cui, confesso, non credevo più di imbattermi) e i suoi innumerevoli look (un clown o una rana, ma anche Winston Churchill e il Mahatma Ghandi) mi ha reso felice. È stato bello scegliere e far sfilare nelle pagine di questo volume gli esemplari più significativi o più sorprendenti di una insolita e vastissima collezione”.

 

 

Settembre 2019 

{"toolbar":[]}