{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Fondo di Beneficenza: nel 2019 13,5 milioni per le componenti più deboli

Nel 2019 Intesa Sanpaolo aumenta le risorse che il Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo potrà erogare nel corso dell'anno, dopo l'approvazione da parte dell'assemblea della Banca del 30 aprile. "Il Fondo di beneficenza intende affrontare problemi di fragilità e disabilità. E' una parte importante degli interventi di Intesa Sanpaolo: 12 milioni sono le cifre che abbiamo messo a disposizione durante il 2018, quest'anno saranno 13,5 milioni. Combattere la povertà assoluta è il primo obiettivo. Circa il 7% delle famiglie italiane oggi è in condizione di povertà assoluta, noi interveniamo innanzitutto su queste situazioni, anche per affrontare il tema della disuguaglianza: “un Paese non può crescere serenamente se la disuguaglianza al suo interno è eccessiva e troppo grave". La presentazione dei risultati del Fondo di Beneficenza è l’occasione per ricordare l’impegno complessivo della Banca nel sociale e nella cultura.

"Nel 2018 il solo contributo caritatevole di Intesa Sanpaolo alla comunità, di cui il Fondo di Beneficenza rappresenta circa il 20% - ha aggiunto Gros-Pietro - è stato pari a circa 62 milioni di euro. A questo si aggiungono i dividendi distribuiti alle Fondazioni azioniste, ben 625 milioni nel 2019, che si traducono in erogazioni filantropiche ai rispettivi territori di riferimento".

{"toolbar":[]}