{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Finanziamenti aziende in difficoltà: tutte le misure

tecnico in laboratorio analizza grafici

Nel difficile contesto economico determinato dall’emergenza COVID-19, Intesa Sanpaolo ha rinnovato la sua collaborazione con il Gruppo Banca Europea per gli Investimenti (BEI e FEI, Fondo europeo per gli investimenti). Attraverso il cumulo delle risorse, sarà possibile erogare nuovi finanziamenti per oltre €2,8 miliardi a disposizione delle oltre 200mila piccole e medie imprese e midcap italiane che rientrano nel bacino di clientela di Intesa Sanpaolo per progetti di ricerca, investimenti innovativi e far fronte all’esigenza di liquidità.

Le imprese italiane potranno accedere a nuovo credito a condizioni agevolate, anche in abbinamento alle misure COVID-19 previste dai Decreti Liquidità e Rilancio del Governo, beneficiando della garanzia del Fondo Centrale e di Sace.

Attraverso Fondi Strutturali Europei, sarà finanziato anche un progetto con la Regione Sardegna relativo al settore turistico (un altro è in fase di perfezionamento con la Regione Sicilia) e un accordo è destinato a finanziare il percorso formativo di studenti universitari.

Tra i contratti stipulati nel 2020 tra il Gruppo BEI e Intesa Sanpaolo si segnala la cartolarizzazione sintetica di un portafoglio di prestiti in essere per circa €2 miliardi realizzata nell’ambito del programma “GARC” (Gestione Attiva Rischio di Credito), che consentirà, ottimizzando il rischio, di mettere a disposizione nuovi finanziamenti per complessivi 450 milioni.

In fase di perfezionamento anche un progetto innovativo di social housing attraverso interventi di riqualificazione urbana che prevedono l’efficientamento energetico delle aree coinvolte. 

{"toolbar":[]}