{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

“Programma Rinascimento”: €30 milioni a Bergamo per la ripresa dopo COVID

Parte oggi, in via sperimentale nella città di Bergamo, il “Programma Rinascimento” grazie al quale Intesa Sanpaolo mette a disposizione €30 milioni destinati alle micro e piccole imprese, ai piccoli esercizi commerciali e artigianali che compongono il tessuto produttivo locale.

Siamo onorati che Intesa Sanpaolo abbia deciso di sperimentare a Bergamo, per estenderla poi ad altri territori, un’inedita e innovativa forma di cooperazione tra Ente Locale e Istituzione bancaria, che per parte nostra faremo ogni sforzo per rendere efficace a vantaggio della nostra comunità.

 

Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo

Il "Programma Rinascimento" che nasce grazie al generoso contributo di Intesa Sanpaolo rappresenta una straordinaria forma di sostegno e di accompagnamento dell’ecosistema economico della nostra città.

 

Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo

Tra gli interventi previsti dal programma per il rilancio, condiviso con il Comune di Bergamo, mettiamo per la prima volta in campo uno strumento innovativo, anche a livello internazionale: il prestito d’impatto. Uno strumento caratterizzato da lunghe scadenze e le cui risorse sono dedicate ad attività a elevato significato sociale per l’ecosistema delle imprese del contesto territoriale bergamasco, la cui operosità rappresenta una marcia in più per la ripartenza del Paese. Siamo a fianco delle categorie più vulnerabili, del tessuto formato da micro e piccole imprese, delle infrastrutture e delle filiere strategiche del territorio di Bergamo, linfa vitale per la rinascita di questo territorio.

 

Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo

{"toolbar":[]}