{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Intesa Sanpaolo entra nell' Alleanza per idrogeno pulito della Commissione Ue

Intesa Sanpaolo entra nell' Alleanza per idrogeno pulito della Commissione Ue

Intesa Sanpaolo è la prima banca italiana (tra le prime sei in Europa) a essere ammessa alla European Clean Hydrogen Alliance della Commissione Europea.

Intesa Sanpaolo ha partecipato al programma della Commissione Europea IPCEI (Important Project of Common European Interest) fin dal 2019, ponendo particolare attenzione al primo grande progetto dedicato alla filiera dell’idrogeno pulito, per facilitare l’accesso delle imprese e verificare la sostenibilità finanziaria dei loro progetti.

Le imprese, infatti, potranno ricevere contributi a fondo perduto e finanziamenti sia dall’UE sia dai Governi nazionali, in esenzione alle normative sugli aiuti di stato e fino alla copertura complessiva del 100% dei costi ammissibili entro i limiti del funding gap.

L’Alleanza per l’idrogeno pulito punta a creare le basi per un’ampia diffusione delle tecnologie legate alla produzione di idrogeno da fonti rinnovabili o a bassa emissione di carbonio entro il 2030, nel contesto dell’impegno dell’Unione Europea per il raggiungimento della neutralità carbonica entro il 2050, come previsto dall’ European Green Deal.

L’idrogeno pulito rappresenta una soluzione pratica per decarbonizzare i processi industriali e i settori economici in cui la riduzione delle emissioni è sia urgente che difficile da ottenere.

{"toolbar":[]}