{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Mostra Natura in Posa a Treviso

Intesa Sanpaolo è Main Partner della mostra Natura in posa. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea, in programma a Treviso fino al 27 settembre 2020 presso il Museo Santa Caterina.

La mostra ha riaperto il 2 giugno 2020, in occasione della Festa della Repubblica, ed è stata prorogata fino al 27 settembre 2020. L’esposizione, promossa dalla Città di Treviso e Civita Tre Venezie e curata da Francesca Del Torre con Gerlinde Gruber e Sabine Pénot, documenta lo sviluppo della Natura morta tra la fine del Cinquecento e il Seicento, grazie a 50 capolavori provenienti dal Kunsthistorisches Museum di Vienna per la prima volta in Italia. La mostra si prefigge di dare una lettura inedita del genere, soprattutto tramite il raffronto con la fotografia contemporanea, a cui è dedicata una sezione curata da Denis Curti.

È proprio alla sezione fotografica che Intesa Sanpaolo ha dato il proprio contribuito con un prestito d’opera: la prima serie del ciclo Zuppiera di Franco Vimercati, forse il lavoro più rappresentativo del fotografo milanese, in cui la serialità dello scatto strappa l’oggetto di uso comune all’ordinarietà dell’esistenza, proprio come accadeva in pittura con i soggetti della natura morta.

Con la riapertura, la mostra propone un’interessante novità: il percorso Dalla Natura in posa ai Musei, curato dalla conservatrice dei Musei Civici Maria Elisabetta Gerhardinger. Il progetto consiste in una serie di pannelli di approfondimento che mettono in relazione alcune opere appartenenti alle collezioni dei musei civici trevigiani con le opere della mostra.

Natura in posa è visitabile dal giovedì alla domenica, dalle ore 11 alle 19. L'accesso alla mostra è contingentato nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, con alcune prescrizioni da osservare, quali: l'obbligo dell'uso della mascherina durante la permanenza in mostra, che non può superare i 90 minuti; la distanza di sicurezza di un metro tra le persone; l'obbligo di igienizzare le mani all'ingresso e all'interno delle sale espositive, grazie a dispenser igienizzanti posti in più punti del Museo. All’ingresso viene inoltre rilevata la temperatura corporea, con termometro senza contatto; nel caso si registri una temperatura maggiore o uguale a 37,5°, non è possibile accedere al Museo.

La rassegna fa parte di un ampio progetto quadriennale di promozione messo a punto dalla Città di Treviso, finalizzato al rilancio culturale della Città e alla sua affermazione come città d’arte d’eccellenza in ambito territoriale e internazionale. Il sostegno alla mostra Natura in posa conferma la centralità del rapporto della Banca con il territorio veneto e con la Città di Treviso in particolare, di cui riconosce e apprezza la vitalità, la capacità progettuale e la vocazione all’internazionalizzazione.

{"toolbar":[]}