{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Torna Piano City Milano 2022

Un week end lungo ricco di fascino, da venerdì 20 a domenica 22 maggio, con tante novità e tantissima musica raffinata e per tutti i gusti. Nato nel 2011 dall’Associazione Piano City Milano, dai soci fondatori Daniela Cattaneo Diaz e Titti Santini, Piano City Milano è uno dei più apprezzati festival pianistici nazionali.
Inaugurazione in grande stile venerdì 20 maggio alla Galleria d’Arte Moderna, con l’esibizione live del grande pianista sudafricano Abdullah Ibrahim, esponente a partire dagli anni Settanta tra i più virtuosi e acclamati al mondo della musica jazz e gospel.

Sotto la Direzione Artistica della talentuosa musicista e architetto Ricciarda Belgiojoso, l’ampia offerta musicale proposta - classica, pop, jazz, elettronica - avvolge di note e intime suggestioni personali alcuni degli spazi, delle vie e dei quartieri più amati, così come di quelli più sorprendenti e in pieno sviluppo della città.

Oltre 200 imperdibili concerti, che coinvolgono più di 300 artisti, accolti in più di 100 spazi cittadini, sia al chiuso che all’aperto. Ogni evento musicale ha il pregio di essere pensato organizzativamente e realizzato da un punto di vista esecutivo tenendo conto delle specificità complessive di ciascun luogo, così da garantire un risultato di assoluta godibilità acustica e di adeguata capienza per il vasto pubblico che di anno in anno partecipa in numero crescente e con sempre maggiori aspettative.
 

Spazi nuovi e accoglienti

Sono davvero tanti e tutti molto interessanti gli scenari rappresentativi dell’edizione 2022, a cominciare dalla scelta di alcune strutture inedite come il parco del Campus Bocconi, l’ADI Design Museum, la Passeggiata Boris Pasternak alla Fondazione Feltrinelli, così come la possibilità di ascoltare musica nei giardini di via Ludovico Breme, contemplando il gigantesco murales a cielo aperto dell’artista italiano Smoe, dedicato alle numerose attività nate per far fronte al tumulto pandemico. Per la prima volta, inoltre, presenti il Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini del Teatro alla Scala e la Sala Verdi del Conservatorio di Milano.

Accanto alla valorizzazione delle bellezze più centrali della città, lo sguardo inclusivo del festival pone la giusta attenzione alle periferie, luoghi da sempre ideali per la formazione di struggimenti, introspezioni e ritualità sociali tesi ad alimentare ogni forma di espressione artistica. Da qui, la partnership con MM per la realizzazione di momenti musicali di assoluta intensità, altri proposti ai campi di grano Vaiano Valle, al quartiere Adriano con Magnete, a Cascina Merlata e nella Casa Enzo Jannacci, sorta per accogliere e venire incontro alle esigenze di adulti in gravi difficoltà logistiche e di sussistenza. I pianoforti di Piano City Milano celebrano e amplificano la bellezza di alcuni polmoni verdi come i parchi milanesi di Villa Finzi, Chiesa Rossa, il Parco delle Cave e il Parco Lambro.
Spazio vitale all’apprendimento in libertà e all’affinamento dell’orecchio musicale dei bambini, con eventi e laboratori nelle scuole dell’infanzia.

 

Le location iconiche

Non potevano mancare gli appuntamenti di prim’ordine in alcuni dei luoghi più iconici che continuano a identificare i percorsi di crescita e le esaltanti evoluzioni di questa stupenda metropoli. Tra questi, il parco della Galleria D’Arte Moderna, Volvo Studio Milano, il Museo Teatrale alla Scala, la Rotonda della Besana, Triennale Milano Teatro, Ippodromo Snai San Siro, il Belvedere al 39° piano di Palazzo Lombardia, l’Apple Music in Piazza Liberty, BASE Milano, Eataly Milano Smeraldo, RED Feltrinelli in Piazza Gae Aulenti, la Vigna di Leonardo.
Il pathos della rappresentazione pianistica trova un proprio ideale e più raccolto spazio di ascolto anche in alcuni prestigiosi hotel meneghini come il Marriott Hotel, il Senato Hotel Milano e l’Hilton Milan.

Tutti i concerti di Piano City Milano sono gratuiti e a ingresso libero, fino a esaurimento posti, salvo differenti indicazioni segnalate in corrispondenza di ciascun evento. Eventuali prenotazioni possono essere effettuate sul sito ufficiale della manifestazione.
 

Potrebbe interessarti anche

{"toolbar":[]}