{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Educazione

Covid-19, i consigli degli esperti Webecome

In questo momento di chiusura delle scuole e di cambiamento di relazioni e abitudini è necessario dare continuità all’azione educativa. Gli esperti di Webecome, il progetto della Banca per i bambini, consigliano la comunità educante sul come renderli partecipi della nuova realtà.

Sguardi vicini, i consigli degli esperti Webecome a supporto dell’azione educativa

Con il Covid-19 siamo di fronte a qualcosa di nuovo, che stiamo imparando a conoscere e che non si comprende ancora pienamente. La situazione che stiamo vivendo ci porta a rivedere spazi, tempi, modi e strumenti per continuare a vivere la quotidianità.

Raccontando questo momento con le parole dei bambini si potrebbe dire che “un mostro invisibile è arrivato tra noi, si è impadronito dei nostri corpi e delle nostre vite costringendoci a casa, senza scuola, lontani dagli amici, dalla danza, dalla palestra, dai divertimenti....”.
Le precauzioni adottate ci hanno costretto tutti nelle proprie case. Strade deserte, negozi chiusi, isolamento forzato sono entrate a far parte di un immaginario quotidiano impensabile. Per la salvaguardia di tutti, abbiamo cambiato le nostre abitudini, abbiamo ridotto la socialità alzando il rischio di isolamento e di solitudine, quando invece è proprio la qualità delle relazioni che più di ogni altra cosa può essere antidoto alla paura, che tutti proviamo anche i più piccoli. 

L’isolamento forzato ci ha reso più propensi ad utilizzare il digitale e anche più benevoli nel valutarne gli impatti. Sicuramente ci permette di continuare a vivere i nostri contatti, anche se in modo diverso. Sicuramente ci permette di continuare a studiare e lavorare, visto che scuole e aziende hanno accelerato la loro capacità di dare continuità alle attività attraverso soluzioni tecnologiche. Finalmente, il digitale ci appare come risorsa necessaria e non più come trappola prendi tempo o come mezzo di intrattenimento.
In questo scenario apparentemente fantascientifico, i bambini ci guardano e traggono segnali, vivono le nostre ansie e le nostre paure, hanno scoperto la morte, hanno dovuto interrompere la loro routine di vita, stanno riadattando la loro visione del mondo con apparente incoscienza.
I genitori, i docenti e la comunità educante hanno la responsabilità di far partecipare i bambini alla sfida in corso, hanno il dovere di dare ai bambini informazioni chiare e semplici su cosa sta succedendo. È necessario evitare che i bambini si diano spiegazioni in maniera autonoma, facendo collegamenti scorretti o elaborando idee strane o sbagliate. Tutto ciò rischierebbe di amplificare le loro preoccupazioni e le loro ansie. È importante rispondere in maniera semplice e chiara alle loro domande. È essenziale ascoltare e accogliere le loro paure. È indispensabile parlarne insieme e legittimare le loro emozioni.
Elisabetta Dodi, pedagogista e formatrice, Domenico Barrilà, psicoterapeuta e analista adleriano, Alberto Rossetti, psicoterapeuta e psicoanalista, tutti già esperti di Webecome, nei video realizzati ad hoc provano a fornire agli insegnanti della scuola primaria e ai genitori spunti di riflessione sulla relazione con i bambini in questo tempo particolare e sugli impatti che il digitale può avere nell’interazione con la scuola.

Agli insegnanti della scuola primaria offriamo anche contenuti formativi che forniscono indicazioni utili per approcciare la didattica digitale. I video, realizzati dalla nostra Direzione Centrale Politiche di Sviluppo e Learning Academy, anche se pensati per i docenti di aula remota interni alla banca, suggeriscono modi e accorgimenti per gestire le esperienze educative digitali.  
Tutti i contenuti sono fruibili gratuitamente previa iscrizione al sito Webecome. 
In questa esperienza stiamo tutti imparando velocemente a fare cose nuove in modo nuovo. È un’accelerazione che ci sta insegnando molto e che ci sta portando a cambiare punto di vista su tanti aspetti che riguardano la nostra quotidianità.

Webecome è una proposta educativa per le scuole primarie che supporta insegnanti, dirigenti scolastici e genitori nelle azioni di prevenzione e contrasto ai nuovi fenomeni di disagio sociale e nelle iniziative di sviluppo delle competenze trasversali delle bambine e dei bambini. Propone una piattaforma online con accesso dedicato per insegnanti della scuola primaria, dirigenti i scolastici e genitori che permette a ciascuno di fruire dei contenuti dedicati.

Leggi anche

{"toolbar":[]}