{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 11 aprile 2002

L'Assemblea degli azionisti di IntesaBci Mediocredito (Gruppo IntesaBci) ha approvato il bilancio dell'esercizio 2001, che registra un margine di intermediazione di 100,2 milioni di euro e un utile netto di 29,3 milioni di euro.
IntesaBci Mediocredito, operativa dal 1° luglio 2001, continua l'attività di Mediocredito Lombardo ed è l'entità di riferimento per il Gruppo in due aree di specializzazione: il credito a medio termine per le imprese (credito industriale) e i servizi connessi ad agevolazioni ed incentivazioni erogate dall'Unione Europea e dalle pubbliche amministrazioni nazionali e regionali. Attualmente rappresenta la maggiore banca a livello nazionale specializzata nel finanziamento dello sviluppo delle medie e piccole imprese, con un portafoglio crediti costituito da 15.000 clienti per un importo complessivo, al 31 dicembre 2001, pari a € 12.316 milioni.
Considerando i flussi operativi del semestre luglio – dicembre 2001, sono pervenute domande di finanziamento per € 2.620 milioni e sono stati erogati finanziamenti per € 1.993 milioni.
Il dividendo deliberato è pari a € 0,055 per azione; i mezzi patrimoniali ammontano a oltre 828 milioni di euro.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}