{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 19 aprile 2002

IntesaBci ha oggi acquistato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni 560.000 azioni ordinarie, pari al 16% del capitale sociale, della Cassa di Risparmio di Terni e Narni, al prezzo complessivo di 35 milioni di euro.

Con questa operazione, realizzata attraverso l'esercizio da parte della Fondazione dell'opzione di vendita nei termini previsti dal contratto stipulato in data 28 febbraio 2000, IntesaBci incrementa la propria partecipazione nella Cassa dal 35% al 51% del capitale.

La Cassa di Risparmio di Terni e Narni ha chiuso l'esercizio 2001 con un utile consolidato di 9,5 milioni di euro. Opera con 349 dipendenti attraverso 30 sportelli bancari, 4 esattoriali e 2 per il leasing, e gestisce circa 1.330 milioni di euro di massa amministrata per conto della clientela.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}