{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 28 aprile 2002

Le assemblee delle società di gestione del risparmio del Gruppo IntesaBci hanno approvato i bilanci relativi all'esercizio 2001: si tratta di Nextra Investment Management Sgr, specializzata nella gestione di fondi comuni gestioni patrimoniali, istituzionali e fondi real estate, di Nextra Alternative Investments, sgr speculativa, di Intesa Asset Management, leader nel mercato dei fondi pensione, e di Epsilon Sgr, dedicata alle gestioni quantitative.

Nextra Investment Management (NIM) ha chiuso l'esercizio 2001 con un utile netto di 14,6 milioni di euro, un ROE pari al 66,8% e un ROI del 22%. La società è stata protagonista di uno dei più ambiziosi processi di fusione nel mercato europeo dell'asset management. NIM nasce, infatti, il 1° gennaio.2002 dalla fusione per incorporazione di un ramo di azienda fra Comit Asset Management (che ha modificato la sua ragione sociale in Nextra I.M. nel mese di dicembre 2001) e Intesa Asset Management, della quale sono state assorbite le business unit dedicate ai fondi comuni d'investimento, gestioni patrimoniali e istituzionali.
Al 31 marzo 2002 il patrimonio netto gestito di NIM ammontava ad oltre 112 miliardi di euro con una quota di mercato superiore al 18% nel settore degli O.i.c.r..
Nell'esercizio in corso, la società ha acquisito una partecipazione di maggioranza assoluta in Epsilon Associati, società di gestione specializzata nelle gestioni quantitative, e adottato il Protocollo di autonomia per le società di gestione del risparmio, approvato da Assogestioni.
Le strategie che NIM intende attuare nei prossimi mesi mirano a proseguire nell'attività di innovazione di prodotto e di processo, nell'ulteriore ristrutturazione della gamma prodotti e nell'ampliamento della gamma di servizi offerti alle sue controparti.
Nel corso delle assemblea, presieduta da Giovanni Cevenini è stato riconfermato nella carica di amministratore delegato Giovanni Landi..

Nextra Alternative Investments, partita con piena operatività dall'1 gennaio 2002, ha generato un utile di oltre 170 mila euro. L'assemblea, presieduta da Giovanni Cevenini, ha nominato Giovanni Landi vice presidente della società. Direttore generale di Nextra Alternative Investments è Edoardo Ugolini.
Al 31 marzo 2002 il patrimonio di Nextra Alternative Investments ha superato i 182 milioni di euro.
La società ha iniziato nel mese di dicembre il collocamento di propri hedge funds, denominati Nextra Low Volatility, Nextra Medium Volatility e Nextra Total Return, imponendosi rapidamente tra i protagonisti del mercato domestico.
Attualmente Nextra Alternative Investments Sgr è in attesa dell'approvazione da parte di Banca d'Italia per il lancio di Nextra Future CTA, fondo hedge a gestione diretta

L'esercizio di Intesa Asset Management si è chiuso con utile netto di 51,58 milioni di euro, un ROE di 35,2% e ROI di 18,9%. A far data dal 1° gennaio 2002 la società, in seguito al conferimento di un ramo d'azienda a Comit Asset Management Sgr, che ha contestualmente assunto la denominazione di Nextra Investment Management Sgr, si è dotata di una struttura organizzativa più snella, focalizzata sull'attività di promozione, gestione commerciale e amministrativa di fondi pensione aperti e gestione amministrativa di fondi pensione chiusi, nonché di prestazione di servizi di gestione individuale per conto della clientela high-net worth in collaborazione con la Divisione Private Banking della capogruppo IntesaBci. La gestione finanziaria dei fondi pensione è stata delegata a Nextra Investment Management Sgr.
Al 31 marzo.2002 il patrimonio in gestione ammonta a 356,6 milioni di euro.
L'assemblea ha nominato Mario Talamona presidente della società, Giorgio Giorgetti vicepresidente, e Giovanni Landi amministratore delegato.

Epsilon Sgr ha realizzato un utile per l'esercizio 2001 di 1.233 euro. La società opera nel settore delle gestioni finanziarie di tipo quantitativo, con focus sull'attività di ricerca economico-finanziaria, l'analisi statistica dei dati e l'elaborazione di programmi informatici.
Uno staff di accademici di rilievo internazionale affiancano Alessandro Penati, presidente, e professore di Finanza all'Università Cattolica. Vicepresidente di Epsilon è Giovanni Landi, amministratore delegato Sergio Vicinanza.
Al 31 marzo 2002 la Sgr gestiva un patrimonio di 53,5 milioni di euro.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}