{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 29 maggio 2002

Giovanni Bazoli è stato insignito dell’onorificenza di Ufficiale della Légion D’Honneur per “il suo contributo allo sviluppo dei rapporti con la Francia in ambito finanziario e culturale”.

Il prestigioso riconoscimento gli è stato consegnato oggi nella sede di Palazzo Farnese dall’Ambasciatore di Francia, Jacques Blot.

La gloriosa insegna della stella bianca a cinque raggi doppi, istituita da Napoleone Bonaparte duecento anni fa, è la più alta onorificenza francese e viene conferita a militari per atti di valore e a personalità civili per meriti sociali conseguiti nell’ambito della propria attività.

 

***

 

Giovanni Bazoli è nato il 18 dicembre 1932 a Brescia, dove risiede con la famiglia.
E’ figlio dell’on. avv. Stefano che fu membro dell’Assemblea costituente e della Camera dei deputati, nonché nipote dell’on. avv. Luigi, deputato del Regno d’Italia.
E’ avvocato e docente di istituzioni di diritto pubblico nella Facoltà di economia dell’Università Cattolica di Milano.
E’ attualmente presidente di IntesaBci, dopo esserlo stato, sin dalla fondazione nel 1982, del Nuovo Banco Ambrosiano e del Banco Ambrosiano Veneto. E’ inoltre presidente della Mittel, vice presidente della Banca Lombarda e dell’Editrice “La Scuola” di Brescia.
E’ consigliere d’amministrazione dell’ABI, di Alleanza Assicurazioni, del Banco di Brescia. E’ presidente della Fondazione Giorgio Cini di Venezia e dell’Istud, membro dell’Ente Bresciano Istruzione Superiore, del Comitato esecutivo dell’Istituto Paolo VI, della Congregazione dei Conservatori della Biblioteca Ambrosiana e del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano.

Giovanni Bazoli è Cavaliere del Lavoro. Quest’anno ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce “al merito della Repubblica Italiana”. Nel 1997 gli è stata conferita la laurea honoris causa in Economia Bancaria dall’Università di Macerata e nel 2001 quella per la Conservazione dei Beni Culturali dall’Università di Udine.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}