{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 08 agosto 2002

Il Consiglio di amministrazione della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza (Gruppo IntesaBci), presieduto da Giuseppe Contino, ha esaminato e approvato i dati relativi al primo semestre 2002 presentati dall’amministratore delegato Beniamino Anselmi.

 

Il bilancio del primo semestre 2002 conferma il buon andamento della gestione della banca con un utile netto che si attesta a 74,6 milioni di euro, valore che, al netto delle componenti straordinarie, risulta superiore del 18% rispetto all’analogo periodo del 2001. Sempre in raffronto con il primo semestre dello scorso esercizio, l’utile delle attività ordinarie, pari a 139,3 milioni di euro, è in crescita dell’11,8%.

 

Sono ulteriormente migliorati anche i principali indicatori di efficienza: il Roe su base annua è del 20,5%; il cost/income (rapporto fra costi effettivi, comprensivi degli ammortamenti, e il margine di intermediazione) è pari al 50,3% e risulta ridotto di oltre 20 punti nell’ultimo triennio.

 

L’andamento delle masse amministrate testimonia la crescita dell’operatività della banca: i volumi medi dei depositi della clientela hanno raggiunto i 9,1 miliardi di euro (+ 10,5%) e quelli degli impieghi 8,6 miliardi di euro (+ 5,5%).

 

La raccolta indiretta, formata da titoli in amministrazione, risparmio gestito e risparmio assicurativo, è cresciuta nel semestre dell’1,4% portandosi a 20,8 miliardi di euro; la raccolta globale, compresi i pronti contro termine, ha pertanto superato a fine giugno i 31,1 miliardi di euro.

 

Il rapporto sofferenze/impieghi, pari allo 0,33%, evidenzia l’apprezzabile qualità del portafoglio crediti che ha visto anche nell’ultimo anno una rilevante crescita del settore mutui, prevalentemente finalizzati all’acquisto della prima casa di abitazione, in crescita di circa il 16% rispetto al primo semestre 2001.

 

Significativo, è stato infine lo sviluppo del settore banca-assicurazione: nel primo semestre dell’anno i prodotti Po Vita Assicurazioni hanno consentito di raccogliere oltre 218 milioni di euro raggiungendo un valore complessivo pari a 1.133 milioni, doppio rispetto ai volumi gestiti nel 2000.

 

www.cariprpc.it

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}