{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 09 settembre 2002

Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, riunitosi in data 6 settembre 2002 a Genova sotto la presidenza di Giovanni Tedesco, ha esaminato i dati patrimoniali ed economici al 30 giugno ed ha approvato la relazione sull’andamento della gestione del 1° semestre 2002.
 

L’utile netto del semestre è risultato di 9,6 milioni di euro, superiore di 1,5 milioni di euro (+18,3%) rispetto a quello realizzato nell’analogo periodo dell’esercizio precedente.

Il margine di interesse, confermando la positiva evoluzione del primo trimestre, ha evidenziato una crescita di 2 milioni di euro (+6,1%), posizionandosi a 34,2 milioni di euro. Tale miglioramento ha ampiamente compensato la leggera diminuzione delle commissioni nette (-1,2%) e dei profitti da operazioni finanziarie (-3,1%) originata dal negativo andamento dei mercati. Di conseguenza, il margine di intermediazione è passato da 54 a 55,7 milioni di euro (+3,1%).

 

Gli oneri e le spese di gestione hanno registrato una diminuzione dell’1,8% su base annua.

Il risultato di gestione, pari a 18,8 milioni di euro, ha pertanto evidenziato una crescita di 2,3 milioni di euro (+14,3%) rispetto al primo semestre 2001.

Le componenti straordinarie della gestione sono risultate pari, su base netta, a 1 milione di euro (0,3 milioni a fine giugno 2001).

Per quanto concerne l’andamento della gestione nel secondo semestre 2002, sotto il profilo economico, i costi operativi potrebbero presentare una maggiore incidenza ed è pertanto prevedibile un utile netto riferito all’intero esercizio corrente in linea con quello del 2001.

 

Per quanto concerne gli aspetti patrimoniali, la massa amministrata della clientela è pari a 4.876 milioni di euro, con incrementi dell’1,6% su fine dicembre 2001 e del 2,5% nell’arco di un anno. All’interno di tale aggregato la raccolta diretta è salita a 1.719,2 milioni di euro (+2,9% su fine 2001 e +12% su base annua).

La raccolta indiretta, che ha risentito in misura marcata della depressione dei corsi azionari, si è invece attestata a 3.157 milioni di euro, valore frazionalmente superiore a quello di fine 2001 (+0,9%) ed inferiore del 2,1% rispetto al 30 giugno dello scorso esercizio.

E’ proseguita l’espansione degli impieghi che hanno raggiunto i 1.476,7 milioni di euro (+4% su fine dicembre 2001 e +9% nell’arco di un anno). Il rapporto sofferenze nette / impieghi è risultato pari all’1,8%.

 

Conto economico riclassificato

Stato patrimoniale riclassificato

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}