{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 06 dicembre 2002

E’ stato firmato oggi il contratto per la cessione dell’intera partecipazione posseduta da IntesaBci in Banco di Chiavari e della Riviera Ligure – pari a n. 48.735.000 azioni ordinarie, corrispondenti al 69,62% del capitale sociale – alla Banca Popolare di Lodi al prezzo di 405 milioni di euro in contanti. La cessione della partecipazione consente al Gruppo IntesaBci di conseguire una plusvalenza di circa 270 milioni di euro. A IntesaBci erano pervenute tre offerte di acquisto.
La Banca Popolare di Lodi direttamente o tramite società del proprio Gruppo provvederà a lanciare l’OPA obbligatoria sul restante 30,38% del capitale, ai sensi dell’articolo 106 del testo unico 58/1998.

Alla data 30 settembre 2002, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure aveva una raccolta da clientela complessiva di 4.848 milioni (composta da 1.340 milioni di raccolta diretta e da 3.108 milioni di raccolta indiretta) impieghi verso clientela per 1.434 milioni, un patrimonio netto di 211 milioni, incluso un risultato netto di periodo di 14milioni.
IntesaBci, dopo la cessione manterrà in Liguria 97 sportelli, pari a una quota di mercato dell’11% (sulla base dei dati al 30 giugno 2002).Il Banco di Chiavari e della Riviera Ligure è stato fondato nel 1870, si avvale di 820 dipendenti e di una rete commerciale composta da 78 sportelli: 76 in Liguria, nelle province di Savona, Genova e La Spezia e 2 in Piemonte nella provincia di Alessandria.


Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’approvazione delle autorità competenti.


Alla luce di questa operazione il Gruppo Bipielle supera il tetto delle 800 filiali distribuite su tutto il territorio nazionale con significative quote di mercato soprattutto in Lombardia, Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Sicilia, e porta avanti con coerenza un progetto di crescita realizzato attraverso l’aggregazione di banche fortemente radicate sul territorio di riferimento. 

La rete del Banco di Chiavari e della Riviera Ligure SpA consentirà al Gruppo Bipielle di estendere ulteriormente e in modo significativo la propria operatività in una area di grande interesse strategico come la dorsale ligure e tirrenica, senza alcuna sovrapposizione geografica. Il Banco di Chiavari si integra infatti perfettamente con la rete del Gruppo ed in modo particolare con quella delle ex Casse del Tirreno acquisite alla fine del 1999 (Cassa di Risparmio di Lucca, Cassa di Risparmi di Livorno e Cassa di Risparmi di Pisa).
Con questa acquisizione le filiali della Bipielle presenti in Liguria salgono da 4 a 78, mentre in Piemonte da 8 a 10, e si affiancano alle 230 presenti in Toscana.
Al termine dell’operazione il Gruppo Bipielle potrà contare su un margine libero consolidato superiore ad 1 miliardo di euro, garantendo al contempo il totale rispetto del coefficiente Tier one.

Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa IntesaBci - tel. 02.8844.3531 / 06.4678.6853
Ufficio stampa Banca Popolare di Lodi - tel. 0371.580264

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}