{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 03 dicembre 2002

Sono 12.250.000 le famiglie italiane che riescono a risparmiare ogni mese, con un incremento netto di 500.000 unità nel 3° trimestre 2002. Il dato è contenuto nelle proiezioni – presentate oggi a Milano – del Monitor Nextra-SWG Osservatorio sui trend del risparmio nelle famiglie italiane , condotto dall’Istituto di ricerche SWG per conto di Nextra Investment Management SGR (Gruppo IntesaBci). Nelle rilevazioni del Monitor la percentuale di nuclei familiari che dichiarano di generare risparmio mensilmente è infatti cresciuta dal 55% di fine giugno al 57% di fine settembre, con incrementi più consistenti nelle regioni del Sud e tra le famiglie più giovani.

 

 

La crescita delle famiglie risparmiatrici si è verificata – rileva il Monitor Nextra-SWG – in un periodo di più diffusa attenzione per le vicende dell’economia: nel 3° trimestre 2002 è cresciuta di nove punti (dal 66 a 75%) la percentuale di famiglie che seguono sui media (almeno una volta alla settimana) le notizie economico-finanziarie, con una crescita di attenzione più marcata nella popolazione femminile.

 

Nella diffusione degli investimenti finanziari, il Monitor ha registrato nel trimestre un calo di 5 punti della percentuale di famiglie in possesso di azioni (dal 28 al 23%), una riduzione più accentuata nelle regioni del Nord-Ovest e correlabile alle difficoltà estive dei mercati di Borsa. Nello stesso periodo sono cresciute le famiglie detentrici di fondi comuni di investimento (dal 28 al 30%), con incrementi più sensibili nelle regioni del Nord-Est.

 

Sostenuta, sull’intero territorio nazionale, la domanda di mutui: tra fine giugno e fine settembre è cresciuto di 200.000 unità il numero di famiglie in possesso di mutui (oggi superiore a 5 milioni).

Riguardo ai potenziali comportamenti futuri, le famiglie italiane manifestano la disponibilità a riconsiderare le proprie scelte finanziarie in relazione all’evolversi dei mercati e delle economie: nel monitoraggio effettuato a fine settembre il 22% delle famiglie prevedeva la possibilità di acquistare in futuro azioni, il 26% quote di fondi comuni di investimento, e il 24% prevedeva di chiedere in futuro mutui.

 

Il Monitor segnala infine un sensibile incremento del coinvolgimento familiare nelle scelte finanziarie: cresce nel trimestre – da 6 a 7 milioni – il numero di donne coinvolte dal marito/partner nelle decisioni di investimento, e si amplia – da 2,8 a 4 milioni – il numero di figli maggiorenni che partecipano alle decisioni finanziarie dei genitori. Tali tendenze confermano la progressione, all’interno delle famiglie italiane, di un modello decisionale sempre più collettivo.

 

www.nextrasgr.com

www.intesabci.it

www.swg.it

 

Contatti:

Ufficio Stampa Gruppo IntesaBci

Tel: 02/88443531

 

lindaromolo@intesabci.it

andreabecca@intesabci.it

 

Istituto di ricerche SWG        tel. 0923/593500

Nota metodologica sulMonitor Nextra-SWG

Osservatorio sui trend del risparmio nelle famiglie italiane

Soggetto realizzatore: SWG Srl - Trieste

Committente: Nextra Investment Management Sgr (Gruppo Banca Intesa)

Data di esecuzione: periodo giugno - settembre 2002

Tipo di rilevazione: sondaggio telefonico CATI su un campione nazionale stratificato per quote di 35.400 famiglie (con 17.891 sostituzioni per rifiuto), rappresentativi dell’universo delle famiglie italiane.

Il documento completo, inclusivo del testo integrale delle domande pubblicate e delle % dei non rispondenti, è disponibile sul sito: www.agcom.it

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}