{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 02 gennaio 2003

Banca Intesa ha raggiunto l’accordo con Crédit Agricole Indosuez per la cessione del 100% del capitale di IntesaBci Bank (Suisse), controllata che opera prevalentemente nel comparto del private banking .


L’operazione rientra tra le azioni indicate nel Piano d’Impresa 2003-2005 per il rafforzamento del Gruppo Intesa nell’attività di private banking in Italia, anche mediante l’alleanza strategica con il Gruppo Crédit Agricole. L’alleanza è finalizzata ad ottenere le migliori economie di scala e di scopo per assistere in modo specializzato e integrato la clientela private di entrambi i Gruppi, che si avvarrà dei servizi del Gruppo Intesa sul mercato italiano e di quelli del Gruppo Crédit Agricole sugli altri mercati.


Il prezzo di cessione di IntesaBci Bank (Suisse) verrà determinato successivamente all’approvazione del relativo bilancio 2002.


Al 30 settembre 2002, IntesaBci Bank (Suisse) aveva assets in gestione per circa 2.300 milioni di euro, un patrimonio netto di circa 90 milioni di euro e circa 7.000 clienti.


Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’approvazione delle autorità competenti dei vari Paesi coinvolti.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}