{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 28 febbraio 2003

UTILE NETTO PARI A 17,5 MILIONI DI EURO, +19,70% CONTRATTI COMMERCIALI, OLTRE 3 MILIARDI LE EROGAZIONI

Il Consiglio di amministrazione di Intesa Leasing, la società del Gruppo Intesa, presieduta da Federico Manzoni, che opera nel settore della locazione finanziaria, ha approvato il progetto di bilancio 2002 chiuso con  un utile netto di 17,5 milioni euro (+ 2,64% rispetto al 2001). Con il raggiungimento e superamento di tutti gli obiettivi commerciali ed economici del budget, Intesa Leasing ha consolidato la propria seconda posizione nel mercato italiano della locazione finanziaria.

 

I risultati commerciali hanno evidenziato un forte aumento: +19,7% i contratti stipulati nel 2002 per un importo complessivo di 3.053,5 milioni (+16,70% del settore nel 2002) con aumento della quota di mercato della società passata dal 7,91% del 2001 all’ 8,12% del 2002.

 

Il segmento immobiliare è cresciuto del 29,63%, grazie anche alla Legge Tremonti bis sulla detassazione del reddito reinvestito. Il valore dello stipulato leasing è così composto: 36% beni mobiliari, 11% veicoli e 53% beni immobili.

Il valore dei crediti attivi è passato da 4.032 milioni del 2001 a 4.937 nel 2002.

 

Al 31 dicembre 2002 si è registrata una crescita dell’8,73% del margine finanziario e del 9,73% del margine di contribuzione.

I positivi risultati economici hanno portato ad una riduzione del rapporto cost/income che è passato dal 35,8% al 34,2%.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}