{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 23 luglio 2003

- Il risultato di gestione supera i 166 milioni di euro e l’utile netto aumenta dell’11,4%.
- Il ROE si attesta al 22,6%.
- Migliora il cost-income ( 49,3%).
- Diminuiscono ancora i costi ( -1,9%).
- Aumentano la raccolta diretta ( + 6,4%) e gli impieghi ( + 8,6%)

 

Il Comitato Esecutivo di Cariparma e Piacenza, presieduto da Giancarlo Forestieri, ha esaminato nei giorni scorsi i risultati relativi al 1° semestre 2003.

 

I principali indicatori dell’andamento gestionale si preannunciano tutti in netto miglioramento rispetto ai dati già largamente positivi  del 2002; si confermano su valori di assoluto rilievo le performance  di redditività ed efficienza.

 

L’utile netto è previsto in  83 milioni di euro e registra una crescita dell’11,4% rispetto a quello del 1° semestre 2002; il ROE su base annua si assesta così al livello del 22,6%.

 

La redditività della Cassa ha tratto particolare impulso dalla componente “servizi” il cui margine  ha avuto un incremento del 9,4 %; a questo ha contribuito la conferma della competitività nel mercato retail, soprattutto nel comparto del risparmio gestito, e il forte incremento delle attività  in derivati di tasso.

Nella valutazione del credito si è mantenuta una politica basata su criteri di particolare prudenza.  Le rettifiche nette sui crediti sono previste in 17,5 milioni, col che la copertura delle  sofferenze si porta al 63%.

 

Il cost-income ratio  - e cioè il principale indicatore di efficienza della gestione  - è migliorato ulteriormente attestandosi al di sotto del 50%.

 

Anche dal punto di vista finanziario i risultati sono soddisfacenti. La Banca continua a sviluppare i propri volumi di attività, tanto che la massa amministrata ha superato i 33,4 miliardi di euro e  gli impieghi a clientela  oltre  i  9,5 miliardi di euro.

 

Per quanto riguarda in particolare la clientela retail, la Cassa ha  incrementato notevolmente l'erogazione di mutui per la casa: nel 1° semestre i nuovi finanziamenti sono ammontati a 262 milioni di euro ( + 22,31% su base annua) per un totale di 2.806 operazioni.

 

Su questi risultati ampiamente positivi, si innestano alcune importanti azioni di sviluppo che la Cassa ha già programmato. Nel 2° semestre, particolare attenzione sarà dedicata al segmento delle aziende di piccole e medie dimensioni, aziende che continuano ad essere la componente essenziale della economia nelle province di riferimento.

 

Il “ Progetto Agricoltura”  sarà la prima di queste iniziative. Pianificazione commerciale, prodotti e sviluppo delle quote di mercato nel settore agricolo si attueranno in piena collaborazione con le Associazioni degli Agricoltori  a livello provinciale

 

Dal punto di vista geografico poi, la  Cassa ha continuato nei mesi scorsi l’espansione  nelle province limitrofe dell’Emilia: sono state aperte 3 nuove agenzie a Reggio Emilia e  nuove filiali a  Fiorano, Maranello e Nonantola in provincia di Modena.

 

I risultati di cui sopra verranno presentati dal Presidente Giancarlo Forestieri unitamente al Direttore Generale Guido Corradi e al Vice Direttore Generale Giampiero Maioli, al Consiglio di Amministrazione in occasione della prossima riunione prevista per i primi di agosto.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}