{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 09 settembre 2005

Capitalia, IMI Investimenti (Gruppo SANPAOLOIMI) e Banca Intesa comunicano di aver ceduto, in data odierna, a società interamente controllata da EDF, la residua quota del 4,66% del capitale di Italenergia Bis S.p.A. (“IEB”) da ciascuna detenuta. Le azioni cedute dalle tre banche, a suo tempo acquisite da Fiat, rappresentano in totale il 14% del capitale sociale di IEB. Con questa cessione, le Banche hanno completato la dismissione delle rispettive quote in Italenergia Bis.

La vendita, che per Intesa è stata effettuata tramite la controllata Private Equity International, è avvenuta in concomitanza con il closing delle opzioni Put di Fiat nei confronti di EDF. Ciascuna Banca ha ceduto un medesimo numero di azioni e warrants Italenergia Bis (n. 42.309.120 azioni e n. 15.865.920  warrants) a fronte del pagamento di un prezzo da parte di EDF pari, per ognuna, ad Euro 217,5 milioni circa.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}