{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO: PRECISAZIONE SU ACCORDO TRANSATTIVO TRA LA CONTROLLATA BANCA C.R. FIRENZE E PARMALAT


Torino, Milano, 20 maggio 2009 – Con riferimento all'accordo transattivo di tutti i rapporti e pretese comunque riferibili, per Banca C.R. Firenze e sue controllate  (Gruppo Intesa Sanpaolo), al dissesto del Gruppo Parmalat, oggi concluso con Parmalat S.p.A. (Assuntore del Concordato Parmalat), Intesa Sanpaolo ribadisce in primo luogo l'assoluta correttezza dei comportamenti del Gruppo e la totale ignoranza da parte del Gruppo stesso dello stato di insolvenza di Parmalat; e precisa di essersi determinata all'accordo al solo fine di evitare le oggettive incertezze di un lungo contenzioso quanto mai complesso e anche in considerazione dei relativi ingenti costi amministrativi.

In particolare, l'accordo prevede che, con il versamento da parte di Banca C.R. Firenze e sue controllate - Centro Factoring SpA e Cassa di Risparmio della Spezia SpA - della somma complessiva di euro 20 milioni, già accantonata nel bilancio consolidato del Gruppo Intesa Sanpaolo al 31 marzo 2009, si intendono rinunciate tutte le azioni revocatorie già promosse per circa 155 milioni di euro e quelle, revocatorie o risarcitorie, eventualmente proponibili.


Investor Relations
+39.02.87943180
investor.relations@intesasanpaolo.com

Media Relations
+39.02.87963531
stampa@intesasanpaolo.com


group.intesasanpaolo.com


{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}