{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Successo dei green bonds per finanziare progetti di sostenibilità

Investimenti sostenibili green bonds obbligazioni sociali

A livello globale l'emissione di green bonds, cioè di obbligazioni legate a progetti di sostenibilità ambientale, ha toccato nel 2019 un valore stimato di 250 miliardi di dollari, con una crescita di quasi il 50% rispetto ai 171 del 2018. L'Italia è in linea col trend mondiale, anzi lo supera, registrando quasi un raddoppio, dai 2,8 miliardi di euro del 2018 ai 5,4 miliardi del 2019.

E', dunque, in forte ascesa il mercato del debito di sostenibilità, quello cioè in cui si trattano strumenti finanziari di debito, come le obbligazioni, legati a obiettivi ESG (environmental, social, governance), quindi a investimenti responsabili e sostenibili sotto il profilo ambientale, sociale e dei modelli di governance aziendale. In questo universo i green bonds rappresentano, sempre a livello globale, l'80% delle nuove emissioni, mentre il 15% è dovuto a obbligazioni relative a progetti di sostenibilità in generale e il 5% ai temi sociali.

I dati emergono da un'analisi diffusa da Banca Imi, realizzata dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo a fine novembre 2019, che prende in considerazione le emissioni obbligazionarie conformi agli standard ICMA-International Capital Market Association.

{"toolbar":[]}