{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO PRESENTA LA PRIMA EDIZIONE DI "START-UP INITIATIVE", UN PROGETTO DEDICATO ALLE START-UP E AGLI INVESTITORI PRONTI A SOSTENERLE

  • La prima piattaforma in Italia che unisce aziende e investitori attraverso un percorso fatto di formazione, selezione, presentazione al mercato e finalizzazione degli investimenti.
  • 26 Start-Up invitate a prendere parte al progetto, di cui 14 selezionate si sono confrontate con oltre 50 tra Fondi di Seed Capital, Fondi di Venture Capital, Fondazioni e Business Angels.
  • Oltre 70 manifestazioni di interesse da parte di potenziali investitori.
  • Previste per il 2010 altre 5 edizioni della “Start-Up Initiative”: gennaio, aprile, giugno, settembre e novembre.
  • Si amplia la gamma di prodotti e servizi che il Gruppo Intesa Sanpaolo
    mette a disposizione delle imprese italiane.

Milano, 15 ottobre 2009 – A dimostrazione della profonda conoscenza e del forte legame con il tessuto imprenditoriale del nostro Paese e del costante rapporto con gli investitori specializzati in investimenti innovativi in ricerca e sviluppo, Intesa Sanpaolo ha messo in atto un progetto per avvicinare chi fa innovazione a chi concede finanza. La Start-Up Initiative - ideata e promossa dalla Divisione Corporate e Investment Banking e dal suo Team Innovazione - rappresenta la prima piattaforma in Italia, dedicata a questa tipologia di aziende.

La prima edizione della Start-Up Initiative, tenutasi nei giorni scorsi a Milano, ha visto la partecipazione di 26 Start-Up individuate grazie a una selezione che ha interessato oltre 50 realtà di questo tipo, e si è svolta in tre momenti distinti.

• La prima fase ha visto le aziende seguire un percorso di formazione finalizzato alla preparazione del business plan e all’organizzazione e alla gestione dell’incontro con gli investitori. Le due giornate di formazione in aula sono state tenute da John Dilts, docente di economia d’impresa presso prestigiose università americane, fondatore della Maverick Angels LLC in California (una rete di veri e propri "Business Angels": investitori informali focalizzati su investimenti e mentoring delle neo-imprese) e consulente di impresa per le strategie di innovazione sostenibile.
• Alla fase di formazione ha fatto seguito una giornata dedicata alla valutazione e alla selezione delle imprese. Grazie alla partecipazione di un panelist di esperti provenienti dal mondo del Venture Capital, degli Incubatori universitari e delle Fondazioni attive in questo settore, hanno avuto accesso alla fase successiva 14 Start-Up.
• La fase operativa ha visto le aziende selezionate incontrare oltre 50 potenziali investitori (tra cui Business Angels, Venture Capitalists, Fondi di Seed Capital e Fondazioni) secondo gli schemi consueti per questo tipo di evento: presentazione dell’azienda e del business plan e Q&A tra investitori e azienda su tematiche economiche, finanziarie e tecniche.

Alla fine di questo percorso sono state oltre 70 le manifestazioni di interesse da parte degli investitori intervenuti, che potrebbero vedere la finalizzazione degli investimenti già entro la fine dell’anno.

A questa prima edizione della Start-Up Initiative farà seguito una seconda a gennaio 2010, in un calendario che già prevede appuntamenti successivi nei mesi di aprile, giugno, settembre e  novembre del prossimo anno.

Intesa Sanpaolo, attraverso l’iniziativa presentata oggi, intende riaffermare il proprio ruolo di sostegno allo sviluppo e alla crescita delle imprese italiane rivestendo anche il ruolo di ‘collante’ e di motore di un meccanismo che fino ad oggi mancava nel nostro Paese: un attore ‘super partes’ in grado di coordinare le energie e gli sforzi di tutte le parti coinvolte, al fine di sostenere le microaziende che fanno vera innovazione, favorendone gli investimenti e le operazioni di aggregazione e riducendo i costi e i tempi dei processi innovativi in ricerca e sviluppo.

L’Italia, come l’Europa del resto, è infatti molto lontana dal livello di investimenti innovativi in
ricerca e sviluppo
effettuati in particolare in Giappone e negli Stati uniti e, in ambito UE, nel nostro Paese risultano ancora molto ridotti gli investimenti del settore privato. Il nostro tessuto
imprenditoriale ed economico è caratterizzato da moltissime piccole e piccolissime realtà, dislocate su tutto il territorio nazionale, che nonostante rappresentino livelli di assoluta eccellenza non riescono a costruire una rete efficace. A ciò si aggiunge la mancanza di coordinamento dei finanziamenti di "primo stadio" a sostegno delle Start-Up e il sottodimensionamento del Venture Capital. Negli ultimi 16 mesi inoltre, la situazione si è fatta più complessa a causa dell’andamento dei mercati mondiali e si è rafforzata la consapevolezza che le imprese devono profondamente rinnovarsi per poter restare e competere sui mercati.

Grazie al progetto Start-Up Initiative si amplia l’offerta di servizi e prodotti che il Gruppo Intesa
Sanpaolo mette a disposizione delle imprese italiane.
In particolare a quelle che intendono intraprendere un percorso di crescita attraverso innovazione e ricerca, dagli spin off universitari alle start up, dalle Piccole e Medie Imprese high tech ai
gruppi tecnologici, la Banca offre assistenza, consulenza, finanziamenti ed equity, attraverso
strutture dedicate fra le quali:

  • Intesa Sanpaolo Eurodesk, Sportello Europeo per agevolare l’accesso delle imprese ai progetti di finanziamento comunitari;
  • MedioCredito Italiano, che gestisce diverse linee di finanziamento a favore dell’innovazione, fra le quali Nova+;
  • la Divisione Corporate e Investment Banking, attraverso il suo Merchant Banking ed il
    Team Innovazione, attraverso Atlante Venture e Atlante Venture Mezzogiorno (i due fondi di Venture Capital per le imprese che voglio crescere attraverso ricerca e innovazione) e infine attraverso Banca IMI con ai suoi servizi consulenziali finalizzati alla quotazione in borsa e/o ad altre strategie di crescita.
  • la partnership nella Fondazione Filarete, assieme all’Università di Milano e alla Fondazione
    Cariplo.

Per informazioni
Intesa Sanpaolo
Ufficio Media - Corporate e Investment Banking
tel. +39.02.8796.3851 / 3010
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}