{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

L’accordo sottoscritto presso “The Waterstone”, lo Spazio espositivo del gruppo bancario all’interno di Expo Milano 2015

 

COMUNICATO STAMPA

 

INTESA SANPAOLO E BEI: 150 MILIONI

PER IL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE ITALIANO

 

  • Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Intesa Sanpaolo finanziano progetti per PMI, Mid-caps, consorzi agricoli e reti d’impresa
  • Interessate tutte le filiere del sistema agro-alimentare: agricoltura, forestale, pesca e le produzioni alimentari a valle

 

Milano, 21 maggio 2015Intesa Sanpaolo e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno definito un accordo per una linea di credito da 150 milioni di euro dedicata al settore agro-alimentare italiano.

 

La presentazione dell’accordo si è tenuta oggi alla presenza di Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, Dario Scannapieco, Vicepresidente BEI ed Ezio Castiglione, Presidente Ismea, presso “The Waterstone”, lo Spazio espositivo del Gruppo bancario all’interno di Expo Milano 2015.

 

Intesa Sanpaolo, a fronte di 150 milioni di euro di fondi BEI, erogherà tramite Mediocredito Italiano - il polo della finanza d’impresa del Gruppo Intesa Sanpaolo - e le Banche del Gruppo fino a 300 milioni di euro complessivi per progetti di Piccole e Medie Imprese, Mid-Cap, consorzi agricoli e reti d’impresa su tutto il territorio nazionale. Attraverso questo accordo, Intesa Sanpaolo punta a sostenere concretamente il settore protagonista di Expo Milano 2015, di cui il Gruppo bancario è Official Global Partner.

 

Nel dettaglio, i beneficiari finali dei finanziamenti BEI saranno le imprese attive in tutte le filiere del sistema: dalle produzioni a monte agricole, forestali e della pesca alla produzione di prodotti alimentari.

Per quanto riguarda le reti d’impresa, potranno usufruire del prestito solo nel caso in cui abbiano almeno una delle imprese appartenenti ai settori interessati.

 

“Occorre dare credito all'agricoltura italiana, un settore che in questi anni è tornato strategico per il Paese”, ha commentato il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina. “La nostra sfida è quella di supportare l'impegno e il lavoro delle imprese per raggiungere il traguardo dei 50 miliardi di export entro il 2020. Siamo sulla strada giusta, nel primo trimestre del 2015 abbiamo esportato oltre 8,7 miliardi di agroalimentare italiano nel mondo. Una sfida che passa anche per il sostegno finanziario alle aziende e un accesso al credito più semplice. Il piano operativo di Bei risponde al lavoro che in particolare noi abbiamo sviluppato durante il semestre di presidenza europeo. In questo scenario il primo passo concreto di Intesa Sanpaolo è davvero una buona notizia per dare prospettiva e futuro a tante piccole e medie imprese agricole della penisola”.

 

“Expo Milano 2015 rappresenta per noi la vera occasione di rilancio dell’economia italiana e per questa ragione siamo molto orgogliosi di poter annunciare un accordo che mette a disposizione ulteriori risorse per finanziare le piccole e medie imprese che rappresentano il tessuto del settore agro-alimentare del nostro Paese”, ha commentato Carlo Messina, Consigliere Delegato e  CEO di Intesa Sanpaolo. “Oggi, grazie a questi nuovi finanziamenti, proseguiamo nel proficuo percorso di collaborazione che vede Intesa Sanpaolo come primo partner europeo della BEI. Il frutto del nostro impegno comune permetterà di finanziare progetti mirati all’innovazione e alla crescita della produttività per un comparto chiave dell’economia reale”, ha concluso Messina.

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}