{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}


   CRESCERE IN ABRUZZO CON LE IMPRESE

• Da Banca dell’Adriatico 300 milioni a supporto delle imprese abruzzesi

Pescara, 2 marzo 2016. Banca dell’Adriatico scommette sulla crescita delle imprese abruzzesi e mette a disposizione 300 milioni per finanziare progetti di investimento, migliorare l’assetto creditizio e sostenere la liquidità aziendale.

Queste le caratteristiche dell’iniziativa Crescere in Abruzzo con le imprese messa a punto dalla banca e presentata oggi all’assessore all’agricoltura della Regione Abruzzo Dino Pepe da Roberto Dal Mas, direttore generale di Banca dell’Adriatico, alla presenza anche dei vertici delle principali associazioni di categoria fra cui Agostino Ballone, presidente di Confindustria Abruzzo, Graziano Di Costanzo, direttore di CNA Abruzzo, Domenico Pasetti, presidente di Coldiretti Abruzzo, Adriano Lunelli, presidente di Fidimpresa Abruzzo, e Gianfranco Mancini, presidente di Intercredit Confidi.

Le particolari condizioni che hanno caratterizzato il 2015, con notevole liquidità, tassi contenuti, cambio favorevole per le esportazioni e costi energetici al livello più basso non saranno tutte insieme replicabili nel 2016, per cui diventa indispensabile sostenere gli operatori economici con credito, servizi e innovazione.
Il programma messo a punto da Banca dell’Adriatico, vedrà i gestori imprese della banca attivarsi presso le imprese del territorio per proporre tutto quel sostegno finanziario e operativo di cui hanno bisogno per sviluppare il business. L’iniziativa della banca è in grado di assicurare risposte rapide sul merito creditizio e permette alle imprese di contare su un supporto altamente innovativo e qualificato.

In tema di internazionalizzazione e opportunità commerciali è disponibile anche una piattaforma online che permette di far incontrare richieste di partnership, collaborazioni commerciali, acquisizioni e vendite. L’accesso riservato garantisce la selezione delle proposte.
E’ disponibile un plafond di 300 milioni di finanziamenti, per investimenti a medio lungo termine, per operazioni di riassetto del credito e per sostenere la liquidità circolante delle imprese.Tutta l’iniziativa sarà supportata dalla collaborazione delle associazioni di categoria e il coinvolgimento dei Confidi.

“L’obiettivo è fornire alle imprese abruzzesi il supporto finanziario ed operativo necessario per crescere e sfruttare le attuali condizioni determinate da basso costo dell’energia e del denaro - dichiara Roberto Dal Mas, direttore generale di Banca dell’Adriatico – Banca dell’Adriatico intende essere un punto di riferimento per le imprese della regione: le nostre filiali specializzate per le imprese costituiscono una rete attenta ed altamente qualificata a disposizione dello sviluppo del sistema produttivo regionale.”

La conferma di questa scelta di vicinanza e supporto al sistema sociale e produttivo dell’Abruzzo è rappresentata dalla crescita significativa dei finanziamenti concessi nel 2015 da Banca dell’Adriatico, con un incremento del 113,5% rispetto all’anno precedente, di cui +111,3% alle imprese, in controtendenza rispetto ad un mercato che fa registrare solo un +0,2 % per i prestiti alle imprese in Abruzzo ed un -0,3% per i prestiti alle imprese del sud dell’Italia, come rilevato dai dati Banca d’Italia al 30 settembre 2015.

“Banca dell’Adriatico, motore a sostegno e sviluppo del territorio, continua a favorire le imprese meritevoli, - ha aggiunto Dal Mas - rafforzando il legame di relazioni con gli imprenditori per supportarli nel contesto di grande impegno come quello attuale. Cerchiamo di stimolare le nostre piccole e medie imprese a sviluppare ed incrementare la loro propensione all’internazionalizzazione, investendo in mercati in forte espansione dove è fortissima l’attenzione per il made in Italy. I principali drivers dell’eccellenza sono export e ricerca. Banca dell’Adriatico, è impegnata a promuovere la competitività e l’internazionalizzazione delle imprese, offrendo l’opportunità di sfruttare  tutti i vantaggi della presenza all’estero del Gruppo Intesa Sanpaolo.”

Una speciale opportunità è rappresentata poi dai nuovi bandi a valere sui PSR Regionali 2014-2020 che nella sola Regione Abruzzo vedono stanziati circa 433 milioni di euro. Per sostenere tutto il comparto agroalimentare Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond straordinario già presentato al Governo e al Ministero delle Politiche Agricole. Il plafond è a disposizione anche di Banca dell’Adriatico che sul comparto è fortemente impegnata, assicurando assistenza e fattibilità alle operazioni fin dalla fase progettuale.

Alcuni dati sul sistema produttivo dei distretti industriali dell’Abruzzo

Nel terzo trimestre 2015 le esportazioni dei distretti tradizionali abruzzesi si sono mantenute in crescita (+1,8%), facendo registrare un buon risultato anche se con ritmi più deboli rispetto alla prima metà dell’anno. Nel complesso del periodo gennaio-settembre, l’export dei distretti abruzzesi è cresciuto del 4,5%, in linea con la media dei distretti a livello nazionale (+4,3%).

La crescita del terzo trimestre dipende interamente dalle buone performance che continuano a caratterizzare le vendite estere della Pasta di Fara e dei Vini di Montepulciano. Gli altri distretti, invece, hanno registrato un calo delle esportazioni, evidenziando un peggioramento rispetto alla prima parte dell’anno. Le esportazioni dell’Abbigliamento nord abruzzese hanno subito una nuova contrazione, mentre i timidi segnali di recupero evidenziati nell’Abbigliamento sud abruzzese nel secondo trimestre hanno lasciato spazio a un calo nei mesi estivi. Diminuiscono anche le vendite estere di mobili.

Un ulteriore balzo ha caratterizzato il terzo trimestre del Polo ICT dell’Aquila, complice il proseguimento della crescita negli Stati Uniti, il mercato di sbocco di gran lunga prioritario (con oltre il 90%) delle produzioni elettroniche abruzzesi.
L’andamento del terzo trimestre ha confermato il ruolo di sostegno degli Stati Uniti anche per i distretti tradizionali, cui si sono affiancati gli ottimi risultati ottenuti in Canada e Regno Unito. Rallentano, invece, le esportazioni dirette verso la Germania ed entrano addirittura in territorio negativo quelle dirette in Francia, e continuano a pesare i risultati negativi ottenuti in Russia.


Per informazioni

Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Banca dei Territori e Media Locali
Tel +39 33357170842
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}