{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Le collezioni permanenti delle Gallerie d’Italia di Milano

L'immagine per la news sulle mostre permanenti alle Gallerie d'Italia di Milano Piazza Scala, ritraggono un dipinto di Piero Dorazio intitolato Serpente che è composto da linee curve colorate che formano un motivo a onde che ricord, appunto un serpente. Il dipinto appartiene alla Collezione Intesa Sanpaolo

Nella sede delle Gallerie d’Italia di Milano, tre palazzi storici della città ospitano le sale dedicate alle collezioni permanenti con i due percorsi espositivi “Da Canova a Boccioni” e “Cantiere del ‘900”.

Nel palazzo Anguissola Antona Traversi e nel Palazzo Brentani sono esposte opere del XIX secolo organizzate in un percorso intitolato “Da Canova a Boccioni”, in cui la pittura dell'Ottocento lombardo è protagonista con opere che testimoniano come Milano sia stata in quel secolo il maggiore centro artistico italiano, interprete di una società in rapida trasformazione.

Nel palazzo che fu sede storica della Banca Commerciale Italiana, invece, è ospitata “Cantiere del '900”, un progetto che comprende una selezione di oltre 3.000 opere del XX e XXI secolo delle collezioni di Intesa Sanpaolo provenienti dai diversi istituti di credito confluiti nel Gruppo.

Gli itinerari espositivi proposti dalle sedi delle Gallerie d’Italia, prevedono una particolare attenzione nei confronti di famiglie e persone disabili.

“Da Canova a Boccioni”

“Da Canova a Boccioni” conduce il visitatore da una sequenza di 13 bassorilievi di Antonio Canova, di proprietà della Fondazione Cariplo, a quattro capolavori di Umberto Boccioni appartenenti al patrimonio artistico di Intesa Sanpaolo. Inoltre, nell’esposizione permanente di Piazza Scala, sono esposte opere dei più prestigiosi esponenti delle correnti del Romanticismo, Naturalismo, Divisionismo e del Simbolismo.

"Cantiere del '900"

Il percorso “Cantiere del '900” raccoglie principalmente le opere dei protagonisti dell'arte italiana, dei movimenti del secondo dopoguerra come lo Spazialismo, l'Informale, l'Arte Concreta, il Gruppo degli Otto e la Pop Art italiana, oltre alle avanguardie tecnologiche e costruttive degli anni 60 e 70, e ad opere di pittura e scultura degli anni ‘60-’90, ma presenta anche opere di artisti del panorama internazionale, come Mirò, Picasso, Kandinsky e Warhol.

“Cantiere del '900” è un progetto teso a valorizzare le opere che vengono esposte a rotazione in allestimenti diversi che riflettono varie tematiche di volta in volta proposte.

 

Immagine di apertura: Piero Dorazio, Serpente, 1968, Collezione Intesa Sanpaolo, © PIERO DORAZIO, by SIAE 2020, foto Valter Maino, Vicenza
Immagine "Da Canova a Boccioni": Antonio Canova, Danza dei figli di Alcinoo
Immagine "Cantiere del '900": Della Torre, Universo Fluviale, 1989, olio su tela

{"toolbar":[]}