{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Grande successo per il Green Bond di Intesa Sanpaolo

Grande successo per il Green Bond di Intesa Sanpaolo. I proventi andranno a coprire i mutui green per immobili ad alta efficienza energetica

Intesa Sanpaolo ha collocato un terzo Green Bond per un valore di €1,25 miliardi, accolto con grande interesse da parte degli investitori.

I proventi del nuovo Green Bond andranno a coprire i mutui green concessi per la costruzione o l’acquisto di immobili ad alta efficienza energetica. 

La domanda per il titolo ha superato i €3,5 miliardi, raccogliendo l’interesse di oltre 260 investitori. 

Intesa Sanpaolo è stata la prima banca italiana ad emettere il primo Green Bond, nel 2017, a cui è seguito il Sustainability Bond del 2019 con un focus sulla circular economy.

Per ulteriori informazioni leggi la scheda del Green Bond.

Le banche che hanno partecipato all’operazione in qualità di Joint bookrunner sono state oltre alla Divisione IMI Corporate&Investment Banking di Intesa Sanpaolo, Barclays, BBVA, Crédit Agricole CIB, ING e NatWest Markets.

{"toolbar":[]}