{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Intesa Sanpaolo scala posizioni nella “Top 1000 World Banks” di The Banker

Intesa Sanpaolo scala posizioni nella “Top 1000 World Banks” di The Banker. La classifica annuale “Top 1000 World Banks” di The Banker evidenzia la crescita di Intesa Sanpaolo dopo l’acquisizione UBI Banca

La classifica “Top 1000 World Banks”, pubblicata annualmente dalla rivista di riferimento per il settore The Banker, mette in luce la crescita registrata da Intesa Sanpaolo nei ranking internazionali a seguito dell’acquisizione di UBI Banca.

L’analisi rileva che nel 2021 Intesa Sanpaolo è entrata nella Top 10 delle banche più solide dell'Europa occidentale, posizionandosi all’8° posto a livello regionale e 29° a livello mondiale. Un deciso incremento, rispetto alle posizioni in classifica nel 2020, in cui si trovava rispettivamente al 15° e al 39° posto. In Italia, è stata la banca che ha registrato la crescita più rapida.

Il ranking viene attribuito tenendo conto del solo capitale Tier1 che, nell’analisi di The Banker, per Intesa Sanpaolo risulta pari a circa $72.3bn.

Alla base delle valutazioni che hanno generato la classifica, il successo dell’operazione di acquisto di UBI Banca, che per The Banker è stato il principale deal del settore dell’ultimo anno e che dovrebbe fornire ulteriore impulso al posizionamento di Intesa Sanpaolo nei prossimi anni.

Intesa Sanpaolo, a dicembre 2020, è stato il primo istituto italiano a ricevere da The Banker il riconoscimento di “Bank of the Year in Western Europe” come migliore banca in Europa Occidentale.

{"toolbar":[]}