{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Riparte il Teatro alla Scala

Il Requiem di Verdi in Duomo a Milano in memoria delle vittime del Covid-19

Con entusiasmo e fiducia Intesa Sanpaolo è a fianco del Teatro alla Scala che riapre l’attività il 4 settembre con la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi diretta dal Maestro Riccardo Chailly nel Duomo di Milano alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Requiem sarà poi replicato nelle Cattedrali di Bergamo e Brescia rispettivamente il 7 e 9 settembre, in ricordo delle vittime della Pandemia. Vogliamo esprimere, anche in questa occasione, la vicinanza del nostro Gruppo ai territori duramente colpiti dalla pandemia.

Sarà possibile seguire l’evento il 4 settembre alle 20.30 in diretta televisiva su Rai5, Rai HD e Rai Play e  in diretta radiofonica su Radio3. Inoltre saranno allestiti quattro megaschermi a Milano, Parrocchia di San Michele Arcangelo e Santa Rita al Corvetto, Santuario di Santa Rita alla Barona, nella Parrocchia di Sant’Agnese nel quartiere di Vialba e alla Basilica di Codogno.

Anche nel periodo di emergenza appena trascorso non sono venuti meno l’attenzione e il sostegno del nostro Gruppo a favore della cultura e dell’arte, oltre all’impegno profuso per far fronte all’emergenza sanitaria, alle esigenze economiche e sociali del Paese, sin dalle prime fasi di diffusione dell’epidemia Covid-19.

Ancora una volta Intesa Sanpaolo, Socio Fondatore Sostenitore del Teatro alla Scala di Milano, si conferma partner privilegiato del tempio internazionale della lirica, della musica classica e della danza, in qualità di Sponsor Principale della Stagione di Lirica, di Balletto e Sinfonica.

La nostra collaborazione ventennale con il Teatro alla Scala si articola in un confronto finalizzato a rendere la musica un patrimonio universale, accessibile a tutti, in particolare alle giovani generazioni, e rappresenta un riuscito connubio tra due grandi istituzioni capaci di esprimere una vocazione internazionale, in grado di esportare il meglio della tradizione italiana. Il nostro sostegno si inserisce nel più ampio impegno in ambito culturale e artistico, considerato tra i settori più strategici per il rilancio del Paese.

Da settembre a inizio dicembre il Teatro alla Scala riprende l’attività con una programmazione che prevede oltre 60 alzate di sipario tra opere, balletti, concerti e spettacoli per bambini cui si aggiungono le iniziative culturali e i progetti del Museo. A guidare la rinascita è il Direttore Musicale Riccardo Chailly, che sarà impegnato in Aida e numerosi concerti con Orchestra e Coro del Teatro alla Scala e con la Filarmonica della Scala. Il Maestro Zubin Mehta sarà sul podio per La traviata e sei concerti sinfonici.

Fino alla terza settimana del mese di ottobre si considera che siano mantenute le norme di sicurezza attualmente in vigore: le opere saranno eseguite in forma di concerto e saranno osservate le regole di distanziamento in palcoscenico e in sala. Dalla fine di ottobre si prevede invece di poter riprendere la piena attività.

Il Teatro della Scala nonostante la situazione del tutto inedita e le incognite ancora presenti è felice di avere riunito alcuni degli artisti più prestigiosi del panorama internazionale in un programma fitto e articolato, capace di rispondere al desiderio di ritornare alla Scala che il pubblico ha espresso con grande forza.

{"toolbar":[]}