{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Settimana di Studi Danteschi

Arrivata alla 24° edizione la manifestazione culturale dedicata agli scritti di Dante

Intesa Sanpaolo è sponsor della Settimana di Studi Danteschi, una delle più importanti manifestazioni nazionali su Dante e sulla Divina Commedia, in programma a Palermo nel prestigioso Auditorium di SS. Salvatore dal 19 al 22 ottobre 2020.

La manifestazione, giunta quest’anno alla XXIV edizione, ogni anno attira a Palermo i maggiori esperti del settore: per una settimana si legge e si commenta la Divina Commedia, se ne dibattono temi e questioni, con l’obiettivo di rendere fruibili gli studi danteschi e rafforzare l’idea di collegamento tra letteratura, arte e vivere quotidiano da cittadini attivi.

Si mobilitano studenti, docenti e appassionati, ai quali l’opera di Dante comunica pensieri e sentimenti attuali e a italianisti e filologi si affiancano storici, filosofi, teologi, fisici, attori, registi, affinché il messaggio dell’autore sia compreso nella sua completezza.

Parteciperanno il fisico del Cern Guido Tonelli, uno degli scopritori del bosone di Higgs, il teologo Vito Mancuso, i linguisti Domenico De Martino e Francesco Sabatini, i dantisti Corrado Bologna dell’Università Normale di Pisa, Max Mathukin dell’Università di Princeton, Michela Sacco Messineo dell’Università di Palermo, lo storico noto al grande pubblico Alessandro Barbero, i filosofi Maurizio Ferraris dell’Università del Piemonte orientale e Roberta De Monticelli dell’Università San Raffaele.

Il supporto alla manifestazione di Intesa Sanpaolo rientra in una sua precisa scelta identitaria, che da molto tempo la vede impegnata in campo culturale e a fianco dei giovani, due pilastri della crescita sociale e civile del Paese.

{"toolbar":[]}