{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Prodotti e servizi verdi

Per dare impulso e sostegno alla green economy, Intesa Sanpaolo ha sviluppato un’offerta, ampia e diversificata, di prodotti di finanziamento e di consulenza, dedicati a tutte le tipologie di clienti, in Italia e all’estero. Intesa Sanpaolo presidia inoltre nei grandi progetti i rischi ambientali e sociali e sta lavorando per implementare nuovi criteri per la gestione dei rischi ambientali connessi all’erogazione di finanziamenti.

Nel 2019 i finanziamenti erogati per la Green e la Circular Economy sono stati circa 2,2 mld, pari al 3,7% sul totale dei finanziamenti.

Finanziamenti e servizi per la Green Economy

Privati

La Banca sostiene i progetti green della clientela Retail attraverso l’erogazione di prestiti e mutui con finalità ambientali. Tali finanziamenti riguardano, tra l’altro, la sostituzione di infissi e di caldaie ad alte rese, la ristrutturazione di immobili in ottica di efficientamento energetico, l’acquisto di mezzi ecologici e l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici. Intesa Sanpaolo, in linea con l’attenzione al mondo green, partecipa al progetto EeMAP (Energy efficient Mortgages Action Plan), iniziativa europea che intende creare mutui per l’efficienza energetica standardizzati a livello europeo, volti ad incentivare la riqualificazione degli edifici e l’acquisto di proprietà altamente efficienti attraverso condizioni finanziarie favorevoli, condividendo i criteri dell’associazione sulle tematiche green. In tale ambito, nel corso del 2020, verranno lanciate iniziative dedicate ai finanziamenti green per favorire sia l’acquisto di immobili ad alto risparmio energetico, sia la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente.

Il servizio Valorizzazione Immobiliare, accessorio ai finanziamenti, consente di supportare i clienti che intendono investire sulla casa attraverso interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia.

Tra i prodotti assicurativi che mirano a coprire le esigenze assicurative del cliente in ambito Famiglia, Salute e Beni, la polizza XME Protezione pone particolare attenzione alla protezione dagli eventi calamitosi, offrendo protezione per danni causati da eventi atmosferici come alluvioni, inondazioni e bombe d’acqua. A fine 2019 risultano sottoscritte oltre 76.000 polizze XME Protezione con copertura alluvione.

Nell’ambito dei prodotti assicurativi motor, la polizza auto ViaggiaConMe Formula a Consumo prevede un premio collegato ai chilometri percorsi durante l’anno: superata la soglia definita, il premio da pagare sarà integrato in base ai km aggiuntivi percorsi. In questo modo la soluzione proposta incentiva un minor utilizzo del veicolo, con potenziali impatti positivi sull’ambiente.

Terzo settore

Intesa Sanpaolo sostiene le imprese non profit che intendono investire in progetti di efficientamento energetico con soluzioni che consentono di risparmiare sui costi energetici e aumentare la sostenibilità complessiva dell’attività aziendale.

Imprese

La gamma dei prodotti di finanziamento per le imprese è articolata in diversi prodotti e soluzioni. Tra essi si segnala il Finanziamento Energia Imprese, destinato a sostenere i piani di investimento finalizzati a realizzare impianti efficienti di produzione di energia, a diversificare le fonti energetiche e/o razionalizzare i consumi, nonché il Finanziamento Energie Rinnovabili finalizzato alla costruzione di nuovi impianti per la produzione di forme di energia rinnovabile diverse dal fotovoltaico, quali le biomasse e l’energia minieolica. Da inizio 2019 il Finanziamento Condominio è stato aggiornato, rendendolo più flessibile e coordinato con gli incentivi fiscali (in particolare Ecobonus e Sismabonus) previsti a favore della ristrutturazione delle parti comuni del condominio, allungandone la durata sino a 10 anni. Intesa Sanpaolo, tramite ex Mediocredito Italiano, ha continuato a sostenere le imprese che investono in impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile e nell’efficientamento energetico dei propri processi produttivi, offrendo soluzioni finanziarie dedicate e attività di consulenza specialistica. Tutti i finanziamenti, seguiti in ogni loro passaggio dal nucleo specialistico Desk Energy, sono sempre preceduti da una perizia a supporto della valutazione creditizia della Banca. Importante il ruolo svolto dalla Divisione Corporate e Investment Banking e Banca IMI per la sostenibilità ambientale, attraverso l’erogazione di forme di sostegno volte ad affiancare le grandi aziende italiane e internazionali nei loro progetti di transizione verso una economia low-carbon e/o nei progetti destinati a sostenere i piani d’investimento finalizzati a realizzare impianti efficienti di produzione di energia, a diversificare le fonti energetiche e/o razionalizzare i consumi. Varie le forme di finanziamento a disposizione, come: Green Revolving Credit Facilities, Green Syndicated Loans, Green/Sustainable Bonds (ad esempio SDG-Linked o Climate Change) e il Project Finance dedicato al mondo dell’energia rinnovabile (eolico, fotovoltaico, biomasse, idrico).

Nel corso del 2019, la Divisione Corporate e Investment Banking ha partecipato in qualità di Bookrunner a 12 emissioni di Green, Social e SDG-linked bonds nel mercato Euro, compresa l’emissione del Sustainability Bond del Gruppo Intesa Sanpaolo, confermandosi tra i principali player nel mercato italiano.

Banca IMI in qualità di Global Coordinator, Bookrunner, Mandated Lead Arranger e Green Coordinator e in pool con altre banche, nel 2019 ha concluso con Italo, leader in Europa nel settore del trasporto ferroviario ad alta velocità, il più grande Green Loan mai finalizzato in Italia e il maggiore a livello mondiale nel settore trasporti. Il finanziamento, del valore di 1,1 miliardi di euro, prevede meccanismi premianti per la società legati a principi di sostenibilità. Nell’ambito dell’operazione, Banca IMI ha concluso con Italo un ulteriore accordo a copertura del finanziamento (ESG Linked Hedging) che premierà il comportamento virtuoso della società di trasporti, migliorando le condizioni del derivato qualora vengano rispettati determinati indicatori di sostenibilità ESG (Environment, Social, Governance).

Finanziamenti ambientali (suddivisione per segmento)




 

Supporto all'economia circolare

L’Economia Circolare è fondamentale per uno sviluppo economico che generi un impatto ambientale e sociale positivo. Il modello circolare si fonda sulla riprogettazione di processi industriali e modelli di business per generare vantaggio economico e competitivo per le aziende, con un approccio rigenerativo nei confronti del capitale naturale. Tra gli obiettivi, generare un ciclo virtuoso nell’uso delle risorse, superando il modello lineare che prevede estrazione, produzione, vendita e rifiuto. Il Gruppo Intesa Sanpaolo promuove la diffusione di tale modello, avvalendosi anche del supporto della Fondazione Ellen MacArthur, principale promotore della transizione globale verso la Circular Economy. È stato infatti rinnovato l’accordo di collaborazione triennale (2019-2021) con cui Intesa Sanpaolo si conferma Global Partner della Fondazione. Intesa Sanpaolo proseguirà nell’impegno di ridefinire le strategie d'impresa in chiave innovativa, assicurando il supporto finanziario per gli investimenti a sostegno del ridisegno del sistema industriale. L’attività è considerata di importanza primaria per il Gruppo ed è indicata come pilastro strategico all’interno del Piano Industriale 2018-2021.

La transizione verso un'Economia Circolare viene perseguita anche grazie al contributo di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società del Gruppo che presidia tutte le attività svolte in ambito Circular Economy.

Il Circular Economy Lab è stato inaugurato nel 2018 a Milano e nasce per effetto di un Accordo Quadro tra Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo, seguito da una partnership strategica tra Intesa Sanpaolo Innovation Center e Cariplo Factory, con l’obiettivo di supportare e accompagnare la trasformazione del sistema economico italiano e diffondere nuovi modelli di creazione del valore nell’interesse collettivo, accelerando la transizione verso la Circular Economy.

Nell’ottica di sostenere concretamente le imprese attive nel processo di transizione, il Gruppo Intesa Sanpaolo, nell’arco del Piano d’Impresa 2018-2021, ha deciso di mettere a disposizione un plafond creditizio fino a 5 miliardi di euro, rivolto alle imprese che adottano il modello circolare con modalità innovative, concedendo le migliori condizioni di accesso al credito. In particolare, nell’ambito del processo creditizio, Intesa Sanpaolo Innovation Center, sulla base di criteri legati agli investimenti in Circular Economy definiti insieme alla Fondazione Ellen MacArthur, ha la responsabilità di esprimere una valutazione di carattere tecnico relativa al livello di circolarità delle iniziative proposte.

Sul totale di circa 250 richieste analizzate dal lancio del plafond, a fine 2019 sono stati finanziati 63 progetti per un valore di circa 760 milioni di euro. Sono stati supportati numerosi progetti di aziende per iniziative quali la sostituzione di materiali tradizionali con altri da fonte riciclata o biologica, il recupero degli scarti organici urbani per produzione di biometano, con produzione di compost e recupero di CO2, la produzione di tessuti compostabili colorati con tinture realizzate da scarti agricoli.

Nel corso dell’anno è inoltre proseguita la sperimentazione dell’attività di valutazione delle imprese lungo la loro catena del valore (sono state intervistate circa 100 aziende) attraverso l’utilizzo del Circular Economy Standard, strumento di misurazione del livello di circolarità.

Nel 2019, con riferimento alle start up è proseguito il programma Start up Initiative che seleziona le più promettenti start up innovative, le prepara con iniziative di coaching al confronto con il mercato e le fa incontrare con gli attori dell’ecosistema dell’innovazione. Il processo di selezione è stato integrato con i criteri della circolarità nella valutazione complessiva. Come caso di successo nell’Economia Circolare sono state premiate 2 start up italiane per i settori della bioeconomia e del fashion. 

Green Bonds

L'impegno di Intesa Sanpaolo nella Green Economy, si sostanzia anche attraverso l’emissione di bond dedicati al sostegno di progetti di sostenibilità ambientale.

Documenti
Bond emesso a novembre 2019:
Comunicato Stampa
Intesa Sanpaolo Sustainability Bond Framework – Novembre 2019 
Second Party Opinion by ISS ESG 
Presentazione agli investitori
 
Bond emesso a giugno 2017:
Green Bond Report 2019
Green Bond Report 2018
Green Bond Framework 
Green Bond Presentazione
Comunicato Stampa
{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"},{"label":"Richiedi bilanci","url":"/it/investor-relations/richiedi-bilanci","key":"business-budget"},{"label":"Calendario Finanziario","url":"/it/investor-relations/calendario-finanziario","key":"financial-calendar"}]}