{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Inclusione finanziaria di soggetti vulnerabili

Il supporto alla clientela vulnerabile passa attraverso una pluralità di progetti ed iniziative mirati ad una corretta allocazione delle risorse individuando attori sul territorio con i quali sviluppare accordi e sinergie che rendano più semplice l'accesso al credito di soggetti vulnerabili o non bancabili.

Iniziative ad alto impatto sociale

Nel corso del 2020 il Gruppo Intesa Sanpaolo ha erogato nuovi finanziamenti per attività ad alto impatto sociale per circa 37,2 miliardi di euro (42,5% del totale dei crediti erogati dal Gruppo nel 2020), contribuendo a creare opportunità imprenditoriali e occupazionali nonché ad aiutare le persone in difficoltà attraverso diverse forme: microcredito; prestiti antiusura; prodotti e servizi destinati ad associazioni ed enti del Terzo settore; prodotti dedicati alle categorie sociali più vulnerabili per favorirne l’inclusione finanziaria; finanziamenti di sostegno alle popolazioni colpite da eventi catastrofici; moratorie sui finanziamenti in corso.

Famiglie

Per venire incontro ai disagi e alle difficoltà delle famiglie e delle fasce sociali più vulnerabili, Intesa Sanpaolo garantisce soluzioni finanziarie innovative anche aderendo a diverse tipologie di intervento di sostegno a livello di sistema bancario quali la predisposizione di fondi di garanzia e la possibilità di sospensione temporanea del pagamento della rata del mutuo per i nuclei familiari penalizzati dalla perdita del posto di lavoro o dalla riduzione dello stipendio.

Sospensioni delle rate dei mutui

La Banca a fronte dell’emergenza sanitaria per il Covid-19 ha previsto la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti anche a seguito degli accordi ABI a cui ha aderito.

Inoltre, per supportare le donne vittime di violenza di genere ha aderito all'Accordo tra ABI e Associazioni sindacali che prevede la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti fino ad un massimo di 18 mesi per le donne che sono inserite nei “percorsi di protezione” relativi alla violenza di genere, debitamente certificati dai servizi sociali del comune di residenza o dai centri antiviolenza o dalle case rifugio.

La Banca da sempre vicina ai lavoratori ha anche previsto specifiche iniziative di sospensione a favore dei dipendenti di società in crisi quali l’ex Embraco, Air Italy, Mercatone Uno.

 

Sostegno dei lavoratori

Da alcuni anni Intesa Sanpaolo ha attivato Anticipazione sociale per i lavoratori in cassa integrazione che percepiscono l’indennità dall’INPS dopo 7/8 mesi dalla richiesta. Anticipazione sociale permette di attivare una linea di fido a condizioni economiche agevolate fino al momento dell’accredito dell’integrazione salariale da parte dell’INPS. È stata prevista un’anticipazione forfettaria di 1.400 euro, ridotta proporzionalmente in caso di un periodo di sospensione inferiore (sospensione per meno di 9 settimane a zero ore oppure nel caso di una riduzione non a zero ore) o nel caso di rapporto di lavoro part time. Grazie agli accordi sottoscritti con Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Emilia-Romagna, Toscana e Veneto, il lavoratore non sostiene alcun onere perché indennizzato dai partner di progetto.

Prevenzione del fenomeno dell’usura

La Banca ha inoltre aderito al progetto di iniziativa sociale promosso da Adiconsum volto alla prevenzione del fenomeno dell’usura e destinato a persone e famiglie che, pur avendo recuperato capacità di rimborso, per posizioni negative precedenti non hanno accesso al credito legale. Prestito Adiconsum è garantito da un fondo che viene alimentato dai contributi ministeriali in applicazione dell'art.15 della Legge 108/96 e affidato alla Rete Terzo Settore di Intesa Sanpaolo. 

Sempre in questo ambito vi sono alcuni altri accordi in corso con Fondazioni e in particolare: Fondazione Lombarda Antiusura, Finetica Onlus, Exodus ‘94, Fondazione Antiusura Mons.V.Cavalla, Fondazione Moscati, Fondazione San Matteo insieme contro l’usura, Fondazione Beato Giuseppe Tovini, Fondazione Toscana Antiusura, Fondazione S. Maria del Soccorso, Fondazione Santi Simplicio e Antonio e Fondazione Sant’Ignazio da Laconi.

Giovani

E’ di fondamentale importanza investire sui giovani, dando un segnale di fiducia, di apertura e coinvolgimento ai ragazzi, per promuovere nuove strade di comunicazione e di interazione con i clienti del futuro.
Per questa ragione Intesa Sanpaolo ha sviluppato una specifica linea di prodotti: oltre a Mutuo Giovani dedicato ai giovani con meno di 35 anni, inclusi i lavoratori atipici o con contratti a tutele crescenti, con l’obiettivo di agevolarne l’acquisto della prima casa, l’offerta comprende conti correnti, carte prepagate, finanziamenti ad hoc – XTE Prestito Giovani e per Merito e Studio Si Fondo specializzazione Intelligente, dedicati agli studenti per favorire l’accesso allo studio – servizi di investimento con Smart Save, che consente la sottoscrizione da App di fondi comuni dedicati a partire da 5 euro, e soluzioni di previdenza complementare.

Innovazione ed Educazione finanziaria

Nell’ambito dell’innovazione abbinata all’educazione finanziaria è stata realizzata all’interno dell’App Intesa Sanpaolo Mobile, la versione Minori del portafoglio digitale XME Wallet con l’obiettivo di fornire ai minori titolari di XME Conto UP! con più di otto anni e un cellulare certificato, il primo strumento di banking “digitale” che consente di:

  • gestire tramite App (entro i limiti di operatività consentiti a questo target) i rapporti bancari
  • fare education finanziaria, accompagnando il minore nel percorso di responsabilizzazione, indipendenza e gestione consapevole dei propri rapporti e risorse finanziarie

Non solo servizi e soluzioni dedicati ai giovani, a condizioni agevolate, ma anche un nuovo linguaggio di comunicazione nelle Filiali e online, con una sezione del sito dedicata a cui si affiancano una pagina Facebook e un account Twitter che consentono di richiedere informazioni e approfondimenti nonché ricevere assistenza sui prodotti e le iniziative dedicate.
Il primo punto d’attenzione è l’aspetto dei costi, che Intesa Sanpaolo ha contenuto al minimo: su XME Conto, conto corrente flessibile, condizioni agevolate per i giovani fino ai 35 anni, costi di gestione contenuti per i prodotti di finanziamento, risparmio, previdenza e tutela e XME Conto UP!, conto per i minori completamente gratuito. Su entrambe le tipologie di conto, inoltre, fino alla concorrenza dell’età massima prevista per l’adesione ai prodotti (18 e 35), l’imposta di bollo è a carico della Banca.

Piani previdenziali

Sul fronte del risparmio, la possibilità di investire nel tempo piccole somme di denaro, anche in assenza di una disponibilità iniziale significativa, offre l’opportunità di avviare un piano di accumulo ponendo le basi per costruire un capitale nel medio/lungo periodo.
In tema di offerta previdenziale, il fondo pensione aperto, "Il Mio Domani" e il piano individuale di previdenza, "Il Mio Futuro" - prevedono per gli aderenti under 25 uno sconto sulla commissione di gestione amministrativa annua.

Sostegno alla formazione

Il continuo impegno della Banca nel favorire lo sviluppo formativo dei giovani, anche post universitario, trova espressione in "per Merito", prodotto che si rivolge, consentendone l’accesso al credito, agli studenti, particolarmente meritevoli di ogni Ateneo e Facoltà, compresi quelli che desiderano iscriversi a università straniere o a master, in qualsiasi condizione economica e sociale, in quanto il prestito non richiede alcuna garanzia personale o familiare.

Nel 2020 è stato reso disponibile il finanziamento anche alle famiglie di studenti di alcune scuole superiori ed ampliato ai dottorandi il perimetro di studenti assistiti.

Under 18

Inoltre, per gli studenti universitari che risiedono nel Meridione, o che risiedono in altre regioni d’Italia e vogliano frequentare un ateneo o una scuola specialistica nel Mezzogiorno, è stata affiancata a per Merito l’iniziativa StudioSì – Fondo del Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR) cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo (FSE), che consente a Intesa Sanpaolo di erogare prestiti a tasso zero agli studenti universitari, fino a 50 mila euro da restituire in massimo 20 anni senza garanzie, per far fronte a spese d'iscrizione, acquisto dei libri e a tutti i costi connessi allo studio.

Indirizzato ai più piccoli è XME dindi, il salvadanaio tecnologico che oltre alle funzioni tradizionali di raccolta di monete e banconote, se collegato a XME Salvadanaio consente di impostare accantonamenti, ad impulso oppure automatici, grazie agli arrotondamenti delle operazioni di pagamento effettuate con carte.

Senior

I prodotti e servizi dedicati a questa tipologia di clientela tengono in considerazione specifiche esigenze di semplicità e di valorizzazione della relazione con la Banca che si è consolidata nel tempo.

Due le linee di prodotti dedicati: "Carta pensione", e "Libretto Pensione per Te". La gamma dedicata ai clienti Senior è completata dal Conto di Base realizzato in adempimento a normative introdotte nel 2012 con finalità di inclusione finanziaria. 

Il conto è dedicato a clienti con limitate esigenze bancarie e prevede bassi costi di gestione, in particolare per clientela socialmente svantaggiata e, viste le finalità di questo prodotto, Intesa Sanpaolo ha reso il Conto di Base ancora più conveniente, garantendo un maggior numero di operazioni gratuite rispetto ai limiti stabiliti dalla normativa.

Famiglie e operatori colpiti da eventi catastrofici e calamitosi

Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha confermato il proprio impegno concreto e tangibile a fianco delle famiglie e degli operatori economici colpiti da calamità ambientali o altre catastrofi che hanno interessato il territorio italiano, quali gli eventi atmosferici straordinari che nel 2020 hanno interessato il veronese, tutto il Triveneto, le province del Nord Ovest, la città di Crotone e la sua provincia, attraverso l’attivazione di plafond dedicati, la previsione di nuovi finanziamenti agevolati destinati al ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende), moratorie sui finanziamenti in corso, interventi in ambito tutela e iter preferenziali, semplificati e veloci. 

Nel 2020, sono state effettuate circa 300 sospensioni nel rimborso dei finanziamenti in essere per un debito residuo di circa 500 mln di euro. Sono inoltre stati erogati finanziamenti agevolati per oltre 163 mln nel 2020 (circa 497 mln dal 2018).

Immigrati

Intesa Sanpaolo ha sviluppato un’offerta di servizi complementari fra di loro per caratteristiche e costi che soddisfano al meglio l’esigenza della clientela immigrata di trasferire i propri risparmi nei Paesi di origine.

  • Created with Sketch. Express to Family per l’invio di denaro sulle Banche del Gruppo Intesa Sanpaolo presenti in Albania, Egitto, Serbia e Ucraina
  • Created with Sketch. GetMoney to Family consente di inviare denaro nei principali paesi di provenienza dei migranti (Bangladesh, Bulgaria, Ecuador, Marocco, Moldavia, Perù, Thlandia, Tunisia, Ucraina, Vietnam) grazie ad accordi di collaborazione stipulati con banche in loco
  • Created with Sketch. Money Transfer Western Union, grazie alla capillare rete di agenti permette di trasferire denaro in tutto il mondo anche in zone che, per la scarsa presenza di Banche e Istituzioni Finanziarie, non consentono l’utilizzo proficuo dei servizi bancari tradizionali.

Per agevolare i clienti in un difficile anno, è stato previsto, in accordo con Western Union, l’azzeramento totale dei costi di invio per le rimesse effettuate attraverso Money Transfer per tutto il secondo semestre del 2020.
Nel corso del 2020 sono state effettuate circa 97 mila rimesse per oltre 48 milioni di euro complessivi.

La Direzione Centrale Institutional Affairs ha progettato l’istituzione di due Osservatori permanenti su tematiche connesse alla sostenibilità e all’inclusione finanziaria.

Il primo Osservatorio ha come obiettivo l’analisi e l’avvio di un’interlocuzione sui trend demografici, sulla competitività e sulla sostenibilità del Paese, mediante la realizzazione di studi e l’organizzazione di eventi di awareness raising.

Il secondo Osservatorio si concentra sull’inclusione finanziaria, come fattore abilitante di crescita economica per giovani, donne, stranieri, start-up e micro-imprese. Tra i lavori avviati rientra l’aggiornamento di uno studio sulle dinamiche di integrazione dei migranti per la crescita sostenibile del Paese effettuato nel 2018, la collaborazione con l’Università Cattolica e la R.F. Kennedy Human Rights Foundation, la collaborazione con MEF e Banca d’Italia nel tavolo di lavoro Italia in seno alla Global Partnership for Financial Inclusion, il coinvolgimento di nuovi attori nel mondo delle organizzazioni internazionali, fondazioni e associazioni di settore.

Fund for impact

Il Fund for Impact, strumento previsto dal Piano d'Impresa 2018-2021, creato nel 2019 e con una dotazione ampliata a 300 mln di euro in seguito all’integrazione di UBI nel Gruppo Intesa Sanpaolo, è destinato a consentire l’erogazione sino a 1,5 miliardi di credito ad impatto sociale a categorie con difficoltà di accesso al credito nonostante il loro potenziale.

Oltre a “per Merito”, sono stati attivati grazie al Fund for Impact:

  •  “Mamma@work”, finanziamento agevolato pensato per conciliare maternità e lavoro
  • “XME StudioStation”, prestito a tasso 0% volto ad assicurare la fruizione continuativa della formazione scolastica a distanza consentendo alle famiglie di affrontare le spese relative all’acquisto di hardware, software ed al canone di un abbonamento a internet
  •  "Obiettivo Pensione", finanziamento-ponte che consente al disoccupato cui mancano tra 6 mesi e 3 anni per accedere alla pensione di vecchiaia o anticipata di raggiungere i requisiti contributivi.

Progetti di microcredito e credito solidale

L’impegno per la crescita sociale delle comunità in cui operiamo si è concretizzato in numerosi progetti di microcredito e iniziative volte alla prevenzione dell’usura, che ci hanno visto partner di Fondazioni azioniste e Onlus locali. 

Iniziative sia di natura sociale, per il sostegno al reddito di famiglie, sia di natura imprenditoriale, per la creazione di micro e piccole imprese, con bacino di utenza essenzialmente nell’area milanese, vedono Intesa Sanpaolo partner della Fondazione Lombarda Antiusura e della Fondazione Welfare Ambrosiano. 

Vi sono, inoltre, altri accordi per l’inclusione creditizia di persone o piccole imprese svantaggiate e per iniziative antiusura, attivi con Fondazioni azioniste, altre Fondazioni, Onlus Locali e organizzazioni non profit. 

Inoltre, la Banca rende disponibile il Finanziamento Microcredito imprenditoriale, dedicato alle microimprese nella fase di avvio di una nuova attività o nel momento di investire in progetti di crescita, offrendo ad esse la possibilità di accedere al credito anche senza garanzie reali.

Particolarmente importante, in molti progetti avviati, la collaborazione con VoBIS (Volontari Bancari per le Iniziative Sociali), associazione nazionale senza scopo di lucro di ex bancari che mettono le loro competenze al servizio dei cittadini e delle organizzazioni non profit, svolgendo attività di accompagnamento e tutoraggio dei richiedenti.

Anche nelle Banche estere del Gruppo è alta l’attenzione verso le fasce più deboli. In particolare Alexbank ha sviluppato negli anni diversi prodotti dedicati a soggetti non bancabili per migliorare le condizioni di vita e di lavoro nelle zone più povere del paese. Questo impegno è stato strutturato all’interno di un progetto dedicato - "Banking the Unbanked" - che prevede lo sviluppo e l’integrazione di tre filoni di intervento per questa tipologia di clientela: microfinanziamenti per soddisfare diverse esigenze dei clienti e creare piccole attività imprenditoriali; microdepositi a tassi vantaggiosi per incoraggiare la cultura del risparmio e la creazione di una piattaforma di mobile wallet.

Sostegno al Terzo settore

La volontà di giocare un ruolo per la crescita delle comunità di cui è parte ha portato Intesa Sanpaolo a rafforzare gli strumenti e le iniziative a favore delle organizzazioni del Terzo settore, chiamate a compiti sempre più ampi per sopperire alle difficoltà che gli enti pubblici devono affrontare per offrire servizi adeguati ai cittadini.

Iniziative e organizzazioni

La Banca ha sviluppato una versione del modello di rating che meglio si adatta alle caratteristiche di questa tipologia di clientela e integra i tradizionali metodi di analisi bancaria con elementi importanti per il non profit, come la capacità di fund raising, il successo nei progetti finanziati da Pubbliche Amministrazioni e Fondazioni, le percentuali di commesse da privati.
In questo modo, si valutano i clienti su elementi di sostenibilità del debito e del progetto sociale che tengono in considerazione anche le peculiarità del mondo non profit e del suo specifico "patrimonio intangibile".

Finanziamenti ad impatto sociale*

  Gruppo Intesa Sanpaolo (escluso Gruppo UBI Banca)
  ISP+UBI*
  2018 2019

2020     2020
Finanziamenti erogati con finalità sociale [migliaia €] Italia Estero Gruppo Italia Estero Gruppo Italia Estero Gruppo   Gruppo
Microcredito
25.199
45.535
70.733
16.167
57.699
73.866 6.027
77.898
83.925
  83.925
Prestiti antiusura 1.680
0 1.680
1.480
0 1.480

1.305
0 1.305
  7.130
Finanziamenti al Terzo Settore
252.375
0 252.375
205.370
0 205.370

470.698
0 470.698
  522.335
Prodotti per fasce sociali vulnerabili
3.637.664
295.362
3.933.026
3.178.120
253.693
3.431.814

4.280.170
267.240
4.547.410
  4.890.282
Sostegno a persone colpite da eventi calamitosi 197.090
0 197.090
136.907
0 136.907
32.071.647
0 32.071.647
  34.778.449
Totale 4.114.008
340.897
4.454.904
3.538.044
311.392
3.849.437
36.829.847
345.138
37.174.985
  40.282.120

*I dati del Gruppo UBI Banca sono inclusi solo a decorrere dal suo consolidamento nel Gruppo Intesa Sanpaolo (ultimi 5 mesi del 2020).

** Include finanziamenti a MLT erogati dalla rete Terzo Settore e dalle Banche in Italia. Nel 2020 il totale dei finanziamenti ad alto impatto sociale rappresenta il 42,5% sul totale dei crediti erogati dal Gruppo (vs 6,6% nel 2019). Il trend dei finanziamenti ad alto impatto sociale risulta in forte crescita in quanto nel 2020 sono inclusi i finanziamenti erogati a supporto di famiglie e imprese a fronte dell’emergenza COVID-19. In particolare, nel 2020, risultano finalizzati dal Gruppo circa €32mld di finanziamenti, di cui quasi €30mld a valere sul Decreto Liquidità.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"},{"label":"Richiedi bilanci","url":"/it/investor-relations/richiedi-bilanci","key":"business-budget"},{"label":"Calendario Finanziario","url":"/it/investor-relations/calendario-finanziario","key":"financial-calendar"}]}