{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia

Il 1° dicembre 2003 nasce, dalla fusione della Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone e della Cassa di Risparmio di Gorizia, Friulcassa S.p.A. - successivamente ridenominata Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia. L'attività è focalizzata sull'innovazione, sui servizi e sulla qualità dei prodotti che la banca può offrire alla propria clientela. Punti di forza rimangono il radicamento territoriale e il localismo, che consentono di raccogliere il denaro e, successivamente, di impiegarlo sul territorio attraverso l'autonomia della gestione del credito e l'immediatezza delle risposte che possono essere fornite in sede locale.

La Cassa di Risparmio di Gorizia, fondata nel 1831 dal Conte Giuseppe Thurn (della Torre) Hoffer e Valsassina, per oltre 170 anni è stata la banca di riferimento della provincia di Gorizia. All'indomani della Seconda Guerra Mondiale, è stata fra i protagonisti della ricostruzione economica e sociale dell'Isontino, particolarmente penalizzato dalla ridefinizione del confine orientale. Le famiglie come gli Enti Locali, i commercianti come i professionisti, la grande impresa come il piccolo operatore artigiano hanno sempre potuto fare affidamento sui servizi bancari e sui supporti finanziari della Cassa, attenta interprete delle loro esigenze.

La Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone vanta una secolare presenza nel territorio friulano.
Nel 1496 a Udine viene infatti fondato il Monte di Pietà, la cui lunga e intensa attività sarà continuata nel 1876 dalla Cassa di Risparmio di Udine che si evolverà successivamente fino ad assumere la denominazione di Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, che diviene nel 1991 una società per azioni, presente con 100 sportelli in tutto il Friuli-Venezia Giulia, con prevalenza nelle province storiche di Udine e Pordenone, ma con punti operativi anche nelle province di Trieste e Gorizia e nel Veneto orientale.

Dopo essere entrata nel 1999 nel Gruppo Casse Venete, nel 2000 la CRUP è entrata nel Gruppo Cardine (nato dalla fusione tra CAER e Casse Venete).

La storia dell'evoluzione della CRUP è ricca di momenti importanti che si intrecciano con le vicende economiche e sociali del Friuli Venezia Giulia. Ecco le date più significative:
1968 - Dopo la costituzione della Provincia di Pordenone la Cassa assume la denominazione di Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone.

  • 1976 - Dopo il terremoto che colpisce duramente il Friuli, la CRUP partecipa in modo straordinario allo sforzo corale della ripresa. Più di quattromila furono le case riparate grazie ai mutui CRUP.
  • 1991 - L'Istituto di credito si sdoppia in Società per Azioni avvicinando la nuova banca alle sue antiche origini. Inoltre viene realizzata una ristrutturazione informatico-organizzativa per consentire alla CRUP di competere e di continuare l'espansione territoriale.
  • 1998 - La Cassa entra nel Gruppo Bancario Casse Venete.
  • 2000 - Dalla fusione di CAER e Casse Venete nasce Cardine Banca S.p.A.
  • 2002 - Fusione tra Sanpaolo IMI e Cardine Banca S.p.A.
  • 2003 - Fusione tra CRUP e Cassa di Risparmio di Gorizia in Friulcassa.
  • 2007 - Ridenominazione di Friulcassa in Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.  
{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"},{"label":"Richiedi bilanci","url":"/it/investor-relations/richiedi-bilanci","key":"business-budget"},{"label":"Calendario Finanziario","url":"/it/investor-relations/calendario-finanziario","key":"financial-calendar"}]}