{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 26 febbraio 2002

Il Consiglio di Amministrazione di IntesaBci riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Giovanni Bazoli ha provveduto alla convocazione dell'assemblea straordinaria per il 29 aprile 2002 in prima convocazione e per il 30 aprile 2002 in seconda convocazione. L'assemblea straordinaria sarà chiamata a deliberare l'incorporazione della società interamente controllata Comit Factoring e alcune modifiche statutarie riguardanti il Collegio Sindacale in applicazione del D.M. 30 marzo 2000 n° 162. Per le stesse date l'assemblea sarà convocata anche in sede ordinaria per l'approvazione, fra l'altro, del bilancio al 31 dicembre 2001.

Il Consiglio di Amministrazione, oltre a prendere atto di una positiva tendenza dei principali andamenti gestionali nel mese di gennaio 2002, ha analizzato le linee guida per gli stanziamenti a fronte dell'esposizione verso l'America Latina da contabilizzare nel bilancio 2001 che verrà esaminato per l'approvazione il prossimo 28 marzo 2002.

In particolare, il Consiglio ha preso atto che la controllata Banque Sudameris SA di Parigi, in considerazione del deterioramento del quadro macroeconomico dell'Argentina, prevede di effettuare accantonamenti di circa 260 milioni di euro, corrispondenti al valore degli investimenti nelle partecipate locali, nonché ulteriori accantonamenti di circa 180 milioni di euro, corrispondenti al 100% dei crediti intragruppo e al 40% dell'esposizione "cross border".

La stessa Banque Sudameris, in relazione all'andamento della controllata Banco Wiese Sudameris di Lima, prevede inoltre di effettuare accantonamenti di circa 430 milioni di euro, corrispondenti al valore degli investimenti nella partecipata peruviana (di cui circa 120 milioni riconducibili all'azzeramento del goodwill ed altri 120 milioni all'annullamento delle imposte differite).

Conseguentemente anche IntesaBci effettuerà, a fronte della propria esposizione diretta verso l'Argentina, circa 40 milioni di euro di accantonamenti, pari al 100% dei crediti intragruppo e al 40% dell'esposizione "cross border".

L'impatto complessivo dei predetti accantonamenti sull'utile ante imposte del redigendo bilancio consolidato di IntesaBci sarà di circa 750 milioni di euro, essendo già stata spesata nel consolidato stesso in precedenti esercizi parte del goodwill e delle differenze di cambio.

Il Consiglio di Amministrazione è stato inoltre informato che la trattativa in esclusiva con Banco Itaù per la cessione di Banque Sudameris SA procede regolarmente.

In relazione alle recenti notizie di stampa si conferma che l'esposizione nei confronti del Gruppo Enron è quella già resa nota al mercato con comunicato stampa del 4 dicembre 2001 e si precisa che l'esposizione netta nei confronti di Swissair è di circa 200 milioni di euro, già coperta all'80% nel terzo trimestre 2001.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}