{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 20 novembre 2002

IntesaBci comunica i dati relativi all’esercizio dei Warrant Put avvenuto nel periodo dall’ 1 al 15 novembre 2002, con pagamento 29 novembre 2002.

 

Sono stati esercitati n. 329.974.586 warrant put e cedute n. 478.458.236 azioni ordinarie IntesaBci, per un controvalore di € 2.574.105.309,68.

 

L’esborso per l’acquisto delle azioni proprie è finanziato con l’afflusso di cassa derivante dalla contemporanea scadenza dei titoli costituiti a garanzia di tale esborso nel 1999, quando fu promossa l’OPSc di Banca Intesa sul 70% del capitale della Banca Commerciale Italiana.

 

Il valore di carico di ciascuna azione propria riveniente dall’esercizio dei Warrant Put è stato allineato alla quotazione del titolo IntesaBci di fine settembre 2002, pari a 1,7 euro, mediante i circa 1.700 milioni di euro di accantonamenti complessivamente effettuati a fronte dei Warrant Put dal secondo trimestre 2001 al terzo trimestre 2002.

 

Per quanto riguarda i coefficienti patrimoniali, l’esercizio dei Warrant Put comporta una riduzione di circa 10 centesimi di punto del Tier 1 Ratio.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}