{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

La Maddalena: tra Caravaggio e Canova

Un dialogo inedito tra due dei più grandi artisti della storia italiana.

Gli spazi del Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno, paese natale del genio del neoclassicismo italiano, ospitano La Maddalena. Caravaggio e Canova.

L’allestimento, organizzato da Contemplazioni con la curatela di Vittorio Sgarbi, sceglie come punto di contatto il soggetto della Maddalena. La Maddalena in estasi di Caravaggio dialoga infatti con il gesso della Maddalena distesa di Canova, nella splendida cornice della gypsotheca canoviana. 

Difficile immaginare due artisti più lontani di Caravaggio e Canova. Ma, a dispetto di quello che sembrerebbe logico, Canova non ha forse mai visto 'la Maddalena' di Caravaggio, e non tanto perché essa sia tra le opere più tardivamente apparse con il nome di Caravaggio, ma per una ragione profondamente estetica, di opposte visioni della religione, della bellezza, del dolore.

Vittorio Sgarbi

Sorprendentemente, pur nell’opposizione radicale dei mondi dei due artisti, le Maddalene esposte svelano anche sorprendenti affinità, come le teste inclinate all’indietro in un gesto di estatica contemplazione, l’apertura della bocca, gli occhi socchiusi, il movimento dei panneggi.

Il progetto si inscrive nell’ambito delle celebrazioni canoviane, che hanno avuto inizio nel luglio 2019 – a 200 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di Possagno - e che si concluderanno il 13 ottobre 2022, data che segna i due secoli dalla morte dell’artista.

Sempre nel periodo delle celebrazioni canoviane, le Gallerie d’Italia di Milano, sede museale di Intesa Sanpaolo, hanno ospitato nel 2020 l’ambizioso progetto internazionale Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna

La mostra, realizzata in collaborazione con il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo e con il Museo Thorvaldsen di Copenaghen, è stata resa possibile proprio grazie a un consistente nucleo di opere proveniente dal Museo Gypsotheca Antonio Canova, oltre che all’apporto di musei e collezioni private italiani e stranieri, come ad esempio la Biblioteca Apostolica Vaticana, le Gallerie degli Uffizi di Firenze, il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, il Museo Nacional del Prado di Madrid, la Pinacoteca di Brera e la Pinacoteca della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, il Metropolitan Museum di New York, le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, le Gallerie dell'Accademia di Venezia.

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}