{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Economia

Accordo Confindustria per rilanciare il Paese

Sostegno alle filiere, digitalizzazione, capitale umano al centro della collaborazione tra Intesa Sanpaolo e Confindustria per dare nuove prospettive di crescita all'industria italiana.

Competitività, Innovazione e Sostenibilità sono le tre sfide che le imprese e le banche devono affrontare nello scenario post-pandemia, sfide che danno il nome al nuovo Accordo che lunedì 18 ottobre a Milano hanno firmato il Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, e il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. L’evento prevede le relazioni di Anna Roscio, Responsabile Sales & Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo e del Direttore del Centro Studi di Confindustria, Alessandro Fontana. 
Modera Fabio Tamburini, Direttore Il Sole 24 Ore.

Quattro linee di azione per rafforzare il sistema produttivo italiano

Il nuovo Accordo vuole favorire un forte rilancio economico, sostenendo le esigenze finanziarie per la liquidità, gli investimenti e il riequilibrio della struttura finanziaria da parte delle imprese, superando le misure straordinarie che sono state introdotte come conseguenza della pandemia e rientrando in meccanismi più fisiologici e strutturali.

In questo nuovo percorso di crescita, sono state individuate quattro principali linee di azione: supportare gli investimenti in ricerca, innovazione e digitalizzazione; promuovere la patrimonializzazione e il rafforzamento della struttura finanziaria delle imprese, favorendo la diffusione di una cultura aziendale più attenta alla diversificazione delle fonti finanziarie e al corretto bilanciamento tra debito e capitale di rischio; valorizzare il sistema delle filiere, estendendo il programma Sviluppo Filiere di Intesa Sanpaolo a nuovi settori; sostenere la trasformazione delle imprese per renderle sostenibili, agevolando strategie di crescita fondate sulla sostenibilità e sull’evoluzione verso il modello di economia circolare, anche con finanziamenti specifici.

Ripartire in un contesto che è molto cambiato

Le linee di azione previste dall’Accordo con Confindustria, sulla scia di una collaborazione che dura da oltre dieci anni,  sono state definite nella consapevolezza che siamo di fronte a un fondamentale punto di svolta per l’economia italiana, di rilancio della competitività delle imprese.
La pandemia ha reso necessarie misure di sostegno come la moratoria sui finanziamenti e l’espansione del sistema delle garanzie pubbliche, che hanno sostenuto le imprese italiane nel periodo di maggiore difficoltà.
Oggi, in un contesto di profondo cambiamento del sistema economico, trainato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) con una forte spinta verso il digitale e la sostenibilità, si rende necessario affrontare un processo di adattamento delle strategie delle imprese e delle banche che le supportano.

Scopri le nostre iniziative

{"toolbar":[]}