{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

JAZZMI "musica diffusa" a Milano

Intesa Sanpaolo Main Partner del festival della “musica diffusa”. Coinvolti anche quattro Comuni della città metropolitana

Dal 22 ottobre al 1° novembre 2020 è tornato JAZZMI, festival musicale giunto alla V edizione, ideato e prodotto da Triennale Milano Teatro e Ponderosa Music & Art in collaborazione con Blue Note Milano, realizzato grazie all’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano che vede Intesa Sanpaolo nel ruolo di storico Main Partner insieme a Volvo. Il festival si è dovuto fermare il 26 ottobre in ottemperanza ai decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Dato il particolare contesto di quest'anno, JAZZMI 2020, con la direzione artistica affidata a Luciano Linzi e Titti Santini, è stato declinato in modo diverso rispetto al solito proponendo oltre 100 eventi e concerti, che hanno animato la città dalle 11 del mattino alle 20. Il principio ispiratore della “musica diffusa” – parte del DNA di Intesa Sanpaolo –, è stato accompagnato dal motto “Distanti ma vicini”, emblema del rispetto delle norme vigenti per garantire la massima sicurezza durante gli eventi. In un 2020 segnato dalla pandemia, le parole scelte per descrivere l’evento sono “coraggio, solidarietà, fiducia e cautela”, con il festival che, partendo dai “centri” dell’evento - Triennale e Blue Note –, ha coinvolto come consuetudine tutta la città.

Grazie al sostegno di Fondazione di Comunità, JAZZMI è uscito per la prima volta dal Comune di Milano arrivando a Rozzano, San Donato Milanese, Trezzano sul Naviglio e Carugate. Traslazione concreta del concetto di “città metropolitana”, con percorsi speciali nell’hinterland durante i due weekend.

La musica continua a vivere: la parola agli artisti

Protagonisti e programma di JAZZMI 2020

JAZZMI si è aperto dal palco di Triennale Milano Teatro con la perfomance di Danilo Rea “Tre per una”, omaggio a Mina in compagnia di Massimiliano Pani. Tra i tanti artisti, alla Triennale prevista l'esibizione anche di Enrico Pieranunzi - con la dedica a Federico Fellini -, C’Mon Tigre, Musica Nuda e Cristina Donà & The Fishwreck.

Al Blue Note artisti di fama internazionale hanno incantato il pubblico. Tra loro, Confirmation 5tet feat. Francesco Cafiso e Balkan Roots feat. Danny Grissett & Ameen Saleem. Oltre al maestro Vinicio Capossela, che celebra i 30 anni dal suo primo disco “All’una e trentacinque circa” con il progetto “Round One Thirty Five”.

L’edizione 2020 segna anche il ritorno nei grandi teatri della musica dal vivo. Al Teatro dal Verme prevista l'esibizione dei Napoli Centrale guidati dal sax di James Senese, mentre il Conservatorio di Milano ospita due grandi ritorni: Paolo Fresu - in scena con Around Tŭk -, e il trombettista Stefano Bollani in chiusura del festival con una versione inedita e strumentale del capolavoro “Piano Variations on Jesus Christ Superstar”.

La consueta rassegna JAZZMI FREE ha previsto eventi live gratuiti, portando nelle strade di Milano band emergenti, artisti affermati e progetti speciali.

Dal Castello Sforzesco al Giambellino, da Piazza Duomo all’Ortica e Chiaravalle, da Porta Nuova e CityLife a Corvetto e San Siro, JAZZMI 2020 un' "invasione" in tutta la città, periferie incluse, al suono di musica Jazz.

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}