{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Economia

Premio Bellisario all'imprenditoria femminile

Consegnate le “Mele d’oro” nell’ambito del Premio Marisa Bellisario “Donne che fanno la differenza”

Giovedì 15 ottobre, presso gli Studi Rai Fabrizio Frizzi di Roma, si è svolta la premiazione della XXXII edizione del Premio Marisa Bellisario “Donne che fanno la differenza”, evento che verrà trasmesso sabato 17 ottobre su RAI1 in seconda serata.

Ideato nel 1989 da Lella Golfo e sostenuto da Intesa Sanpaolo, il premio assegna ogni anno un riconoscimento alle donne attive nell’impresa, nell’economia, nella medicina, nella scienza, nella società.

Le ambite Mele d’oro selezionate dalla Commissione esaminatrice del premio presieduta da Stefano LucchiniChief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo – sono state consegnate da personalità delle istituzioni, dell’economia, della comunicazione e dello spettacolo, tra cui il Ministro Elena BonettiStefano Barrese (Responsabile della Divisione Banca dei Territori – Gruppo Intesa Sanpaolo), Sabino Cassese e Antonio Catricalà.

Il Premio vanta anche un prestigioso Comitato d’Onore composto, tra gli altri, da Maria Elisabetta Alberti Casellati, Marina Berlusconi, Carlo Bonomi, Gianni Letta, il CEO di Intesa Sanpaolo Carlo Messina, Paola Severino e Ignazio Visco.

Premio Women Value Company Intesa Sanpaolo

Due i riconoscimenti riservati alle aziende capaci di distinguersi per la promozione della parità di genere, sia con politiche e strategie di sviluppo e promozione delle carriere femminili che attraverso soluzioni innovative ed efficaci di welfare aziendale.

Alle PMI è stato riservato il “Premio Women Value Company - Intesa Sanpaolo”, pensato e realizzato dalla collaborazione tra il Gruppo Intesa Sanpaolo e la Fondazione Bellisario, giunto alla IV Edizione. Novecento le aziende che si sono autocandidate nel 2020 in tutta Italia (2.400 in totale), 90 le finaliste che hanno partecipato al webinar organizzato per celebrare le strategie e la cultura aziendale. Ad aggiudicarsi il riconoscimento sono state Icma Sartorial Paper, azienda a guida femminile attiva nello sviluppo di carta per packaging, e Tecnologie D’impresa, media impresa di servizi per le aziende. Il Premio Azienda Work Life Balance Friendly destinato alle grandi imprese e giunto alla terza edizione è stato assegnato a Chiesi Farmaceutici.

 

Mai come in questa terribile pandemia il ruolo delle donne è stato al centro dell’attenzione e del dibattito pubblico e mai come oggi è importante per noi ringraziare le nostre “eroine” e allo stesso tempo celebrare l’energia e l’altruismo delle Donne italiane.

 

Lella Golfo
Presidente della Fondazione Marisa Bellisario

L’edizione di quest’anno si arricchisce con il premio dedicato alle “Donne della sanità”, un segno di ringraziamento e incoraggiamento per tutte le “eroine della pandemia”. Un riconoscimento speciale è stato consegnato alle ricercatrici dell’Istituto Spallanzani di Roma che, guidate da Marta Branca, per prime in Europa hanno isolato il virus Sars-Cov-2: Maria Rosaria Capobianchi, Francesca Colavita e Concetta Castilletti.

Per l’imprenditoria il premio è stato assegnato a Maria Laura Garofalo (Amministratore Delegato e Azionista di Controllo di Garofalo Health Care) e a Marialina Marcucci (presidente di Presidente Sestant, Lucca Polo Fiere & Tecnologia, Robert F.Kennedy Foundation of Europe onlus, Tissuelab, Fondazione Carnevale di Viareggio); per il management a Claudia Cattani (presidente Rete Ferroviaria Italiana) e a Rita Ciccone (Senior Partner F2i SGR e Responsabile Area Regolatorio, Legale e Societario Partecipate). Per le Istituzioni e per il Premio Internazionale, le Mele d’oro sono state consegnate a Marta Cartabia, prima presidentessa della Corte Costituzionale, e a Francesca Di Giovanni, prima sottosegretaria del Vaticano nella Sezione per i Rapporti con gli Stati.

Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria Informatica e Matematica sono i corsi di studio che hanno portato ad assegnare le Mele d’Oro a tre neolaureate a pieni voti: Francesca Porcu, Annalisa Bovone e Francesca Randone.

Il Premio ispirato alla prima donna top manager in Italia, è stato riconosciuto nelle varie edizioni alla direttrice del Cern Fabiola Gianotti, a Margherita Hack, oltre che a Samantha Cristoforetti, Roberta Pinotti, Letizia Moratti, Diana Bracco, le sorelle Fendi e  Cristina Comencini, Rania di Giordania e Tan Gandhi. L’edizione 2020 del Premio si è svolta, come in passato, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

{"toolbar":[]}