{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sostenibilità

Tutti i vantaggi dell’economia circolare

 Tutti i vantaggi dell’economia circolare
 Tutti i vantaggi dell’economia circolare

Mantenere nel tempo il valore di prodotti e servizi, ottimizzare le risorse e puntare sulle energie rinnovabili: sono alcune tra i vantaggi dell’economia circolare che convengono alla collettività.

Si sente sempre più parlare di economia circolare, soprattutto in ambito sostenibilità, in alternativa all’attuale modello economico lineare.

Cos'è l'economia circolare

L’economia circolare è un modello di produzione e consumo che implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile. Un sistema capace di autorigenerarsi e procedere all’infinito, ma con risorse finite. 

Questo comporta la fisiologica estensione del ciclo di vita dei prodotti, con produzione minima di rifiuti. Una volta che il prodotto ha esaurito la sua funzione, i materiali di cui è composto vengono reintrodotti, quando possibile, nel ciclo economico. È così che riparte il ciclo produttivo, creando nuovo valore.

Cos'è l'economia circolare e perché superarla

È facile intuire come i principi dell’economia circolare siano in contrasto con il tradizionale modello economico lineare, fondato invece sullo schema “estrarre, produrre, distribuire, consumare e smaltire”: un modello che si basa sulla disponibilità continua di grandi quantità di materiali ed energia come se fossero inesauribili. È oggi riconosciuto a livello mondiale che questo impiego delle materie prime, unito all’aumento dei consumi, dei rifiuti e all’utilizzo spesso poco efficiente delle risorse disponibili, non sia sostenibile nel lungo periodo.

I benefici collettivi dell'economia circolare

L’economia circolare è il nuovo paradigma economico sostenibile che mira a conservare nel tempo il valore di prodotti e servizi, e a slegare lo sviluppo di imprese e territori dal consumo delle risorse naturali esauribili. La transizione verso un’economia circolare può portare numerosi vantaggi, tra cui la riduzione della pressione sull’ambiente, l’ottimizzazione della disponibilità di materie prime e un inevitabile impulso all’innovazione e alla crescita economica. I consumatori potranno avere a disposizione prodotti più durevoli, che consentono un risparmio economico, e innovativi, in grado di migliorare la qualità della vita.

Inoltre, i vantaggi dell’economia circolare riguardano anche il business, le imprese di ogni dimensione possono infatti creare valore circolare in 6 mosse:

  • ·         ricorrere a energie o risorse rinnovabili per i processi produttivi
  • ·         produrre e approvvigionarsi con materiali riutilizzabili o riciclati
  • ·         progettare i prodotti in ottica di recupero e riutilizzo delle singole parti alla fine del ciclo di vita
  • ·         adottare tecnologie innovative ed efficienti
  • ·         ottimizzare il consumo di risorse nel ciclo produttivo, valorizzando gli scarti
  • ·         creare programmi di “logistica inversa” per recuperare i prodotti dal mercato, rigenerarli e reimmetterli in commercio.

Come vincere la sfida della transizione ecologica

Abbiamo visto come il modello economico attuale basato su estrazione, produzione, utilizzo e smaltimento generi un’enorme perdita di valore e non sia più sostenibile a livello economico e ambientale. Lo scenario previsto entro il 2050 impone un cambio di strategia immediato in direzione di una reale transizione ecologica.

L'impegno di Intesa Sanpaolo per l'economia circolare

Intesa Sanpaolo ha portato da 5 a 6 miliardi  di euro la dotazione del plafond previsto dal piano industriale 2018-2021 , dedicando l’incremento di miliardo di euro alle aziende della rete UBI Banca che possono così accedere, a condizioni vantaggiose, a linee di credito dedicate alla realizzazione dei loro progetti nell’ambito dell’economia circolare.

I motivi per investire nel modello circolare sono molteplici:

  • ·         migliorare il posizionamento competitivo di piccole e grandi imprese
  • ·         offrire prodotti e servizi in linea con le scelte dei consumatori e le decisioni normative
  • ·         contare su una maggiore sicurezza nell’approvvigionamento delle risorse e in una maggiore stabilità dei prezzi in ogni filiera
  • ·         ottenere le migliori condizioni grazie al Plafond dedicato.

Per saperne di più visita la pagina dedicata a prodotti, servizi verdi e Circular Economy.

Scopri le nostre iniziative

{"toolbar":[]}