{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Fondo Emergenze Imprese sostiene la Sardegna

Immagine di un paesaggio rurale sardo con pecore e un agricoltore sul trattore

Intesa Sanpaolo si è aggiudicata la gara indetta da Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per una dotazione di oltre €33 milioni, destinato alla concessione di finanziamenti a condizioni agevolate alle imprese attive sul territorio sardo per contrastare gli effetti generati dalle misure di contenimento legate alla pandemia da COVID-19.

Il Fondo prevede la concessione di:

  • finanziamenti a medio/lungo termine fino a €800.000, a tasso zero
  • finanziamenti superiori a €800.000 e fino a €5 milioni per impresa singola oppure €10 milioni per impresa unica, a tassi agevolati.

I finanziamenti sono destinati a sostenere liquidità e investimenti, con durata massima di 15 anni per il ripristino del capitale circolante e di durata massima di 20 anni per la realizzazione di investimenti. Le predette durate sono comprensive di eventuale preammortamento fino a un massimo di 24 mesi.

Nel caso di prestiti di ammontare superiore a 800 mila euro, è prevista un'eventuale sovvenzione (contributo regionale) per finanziamenti di durata superiore ai 6 anni secondo le previsioni del Quadro Temporaneo degli Aiuti di Stato.

La domanda di accesso alle agevolazioni dovrà essere presentata dalle imprese tramite PEC dalle ore 9.00 del 16 settembre.

La modulistica e l’elenco del corredo documentale sono disponibili e scaricabili dal sito web del Gruppo Intesa Sanpaolo dall’11 settembre.

Clicca qui per conoscere tutte le misure straordinarie messe in atto da Intesa Sanpaolo durante l'emergenza COVID-19 e le iniziative di credito per il sostegno e il rilancio delle imprese.

 

{"toolbar":[]}