{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

"Programma Rinascimento": adesione altissima da parte delle PMI di Bergamo

Immagine della città di Bergamo vista dall'alto

Il 31 Agosto si è concluso il primo bando per le spese inderogabili del "Programma Rinascimento" Bergamo, dedicato al sostegno immediato delle necessità delle microimprese danneggiate della riduzione di attività causata dalla pandemia da COVID-19.

"Programma Rinascimento" ha registrato un'adesione altissima da parte delle piccole imprese della città, tanto che i contributi a fondo perduto messi a disposizione da Intesa Sanpaolo sono stati portati a €4 milioni (dai €3 milioni previsti) per accogliere un numero maggiore di richieste.

Grazie ai prestiti d'impatto le microimprese, le startup del territorio e le imprese del terzo settore che intendono realizzare nuovi progetti a Bergamo hanno a disposizione ulteriori €6 milioni a fondo perduto e fino a €15 milioni di credito agevolato per l’adeguamento delle attività economiche alla convivenza con il COVID-19 e per iniziative che innovino il modo di fare impresa e possano avere ricadute positive per la città.

Ulteriori €5 milioni di prestiti di impatto saranno destinati alla realizzazione di un progetto di mobilità sostenibile.

Il "Programma Rinascimento", partito in via sperimentale a Bergamo nel mese di Maggio, prosegue fino al 30 novembre 2020 con i bandi Michelangelo e Raffello relativo al finanziamento di progetti di sviluppo, adeguamento e rilancio dell'attività economica delle microimprese della città.

Per maggiori informazioni e per accedere ai bandi è sufficiente consultare il sito www.rinascimentobergamo.it.

{"toolbar":[]}