{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Alessandro Barbero: donne nella storia

Alessandro Barbero
Alessandro Barbero

Lo storico Alessandro Barbero continua la sua galleria di personaggi femminili che si sono imposti rompendo le regole di un mondo spesso ostile alle loro vocazioni e ambizioni. Dopo  Santa Caterina da Siena, la profetessa Giovanna d’Arco e la poetessa Anna Achmatova, raccontate nel 2020, le protagoniste di quest’anno sono tre figure femminili di grande carisma, forza e potere: Caterina la Grande, Madre Teresa di Calcutta e Nilde Iotti. Donne che hanno vissuto in ambiti geografici e storici molto diversi e lontani, ma tutte unite dal coraggio di rompere le regole della società che le circondava.

Le nuove lezioni

Caterina la Grande

Una principessina tedesca di quattordici anni arriva nella lontana e sconosciuta Russia per sposare l'erede al trono degli zar. A forza di intelligenza, carattere e mancanza di scrupoli diventerà più russa dei russi, eliminerà il marito con un colpo di stato e guiderà per più di trent'anni l'immenso impero, riuscendo ad essere al tempo stesso uno spietato autocrate assolutista, e a farsi celebrare dai filosofi dell'Illuminismo come una delle luci del secolo.

Madre Teresa di Calcutta

Per molti Madre Teresa di Calcutta è uno dei più grandi santi della Cristianità, incarnazione della bontà e dell'amore per i poveri. Alcuni l'hanno denunciata come una donna di potere che ha guidato con mano di ferro una multinazionale dai profitti colossali; altri ancora l'hanno accusata di non amare tanto i poveri quanto la loro povertà. Ma chi era davvero Madre Teresa?

Nilde Iotti

È la prima donna nella storia della Repubblica ad essere stata, per ben tredici anni, presidente della Camera. La giovanissima insegnante di Reggio Emilia, avvicinatasi al partito comunista durante la Resistenza, deputato alla Costituente a 26 anni, è una delle figure più prestigiose della politica italiana del secondo Novecento; e questo nonostante l'amore scandaloso, e criticatissimo all'epoca, che fin dall'inizio la legò al segretario del partito, Togliatti, sposato e che aveva quasi trent'anni più di lei.

Il ciclo di lezioni del 2020

Santa Caterina da Siena o il coraggio di scegliere la propria vita
In una società dove è la famiglia a decidere il destino di una ragazza, Caterina da Siena appena adolescente lotta per realizzare quello che desidera: avere una stanza tutta per sé, rifiutare il matrimonio combinato, dedicarsi alla vita religiosa che sogna fin da quando era bambina. Un destino che ad altre veniva imposto, per lei è una scelta perseguita con ferrea forza di volontà, e che la renderà famosa in tutto il mondo cristiano.

Giovanna d’Arco o il coraggio di fare quello che alle donne è vietato
Nella società della sua epoca si accettava l'idea che una donna potesse avere capacità profetiche e diventare il tramite della voce di Dio. Ma nessuna profetessa aveva dichiarato, come Giovanna, che la volontà di Dio era di vederla vestita da uomo, con i capelli corti, e a cavallo con la spada in pugno, a combattere i nemici della Francia. Una missione che riuscirà a compiere, anche se alla fine sarà proprio il suo rifiuto dei ruoli e degli abiti femminili a costarle la vita.

Anna Achmatova o il coraggio di scrivere versi in mezzo all'orrore della Storia
Una delle voci più alte della poesia del Novecento, e del suo secolo ha attraversato tutti gli orrori. Ha guardato in faccia la guerra mondiale e la rivoluzione, la fucilazione del marito e l'arresto del figlio, il terrore staliniano e l'invasione nazista. E ha scritto versi non per sfuggire a tutto questo, ma per descriverlo, sapendo che il suo destino era di essere la voce di un popolo e di un'epoca.

Intesa Sanpaolo On Air

Alessandro Barbero. La storia, le storie

16:02:40

Il prof Barbero

Alessandro Barbero

Alessandro Barbero è professore ordinario di Storia medievale presso l’Università degli Studi del Piemonte. Collabora con La Stampa. È stato insignito nel 2005 del titolo Chevalier de l'ordre des Arts et des Lettres della Repubblica Francese. Tra i suoi libri più recenti: Storia del Piemonte (2008) per Einaudi; Dietro le quinte della Storia. La vita quotidiana attraverso il tempo (con P. Angela, Rizzoli, 2013); Costantino il vincitore (Salerno, 2016); Il divano di Istanbul (2011), Federico il Grande (2017) per Sellerio Editore; Gli occhi di Venezia (2011), Le ateniesi (2015) per Mondadori; Lepanto. La battaglia dei tre imperi (2010), Donne, madonne, mercanti e cavalieri. Sei storie medievali (2013), Caporetto (2017) e Dante (2020) per Laterza.

Credit immagini: Andrea Cappello

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}