{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

La bohème di Puccini

La Bohème di Giacomo Puccini, dal Teatro Regio di Torino, in streaming il 4 febbraio alle ore 20.00.

Gli entusiasmi, i desideri, gli amori e le delusioni del gruppo di giovani più famoso nel mondo dell’opera debuttarono al Teatro Regio di Torino il 1° febbraio 1896. Nel 125° anniversario della prima assoluta, quella Bohème torna al Regio, in un nuovo allestimento che riprende fedelmente i bozzetti e le scene originali.

L’opera è stata tramessa in prima visione esclusiva su Classica HD (Sky, canale 136) il 30 gennaio alle ore 21.30, in replica il 31 gennaio alle ore 15.00, e sarà in streaming sul sito del Teatro Regio di Torino il 4 febbraio alle ore 20.00.

A dirigere l’Orchestra e il Coro del Regio sarà il maestro Daniel Oren con la regia firmata da Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi. Il nuovo allestimento con scene a cura di Leila Fteita e costumi di Nicoletta Ceccolini, riprende fedelmente i bozzetti che realizzò Adolf Hohenstein nel 1896.

Tra le voci in scena Maria Teresa Leva nei panni di Mimì e Iván Ayón Rivas in quelli di Rodolfo, Hasmik Torosyan ad interpretare Musetta e Massimo Cavalletti per il pittore Marcello.

Da sempre l’Opera Italiana è l’evento di punta nella programmazione di Classica HD. Intesa Sanpaolo, che è anche Socio Fondatore del Teatro, è a fianco del canale nella valorizzazione e diffusione del patrimonio della grande lirica.

Aspettando La bohème

Il video documentario offre una panoramica sulla produzione di Bohème di Giacomo Puccini che riprende i bozzetti originali della prima assoluta dell'opera, svoltasi al Teatro Regio il 1° febbraio 1896. Coinvolgendo il direttore del Museo Casa Mollino, Fulvio Ferrari, per un'introduzione all'architettura del Teatro Regio di Torino, si passa poi al backstage nel corso delle prove. Attraverso le interviste al direttore d'orchestra Daniel Oren, il regista Paolo Gavazzeni, la responsabile dei costumi Nicoletta Ceccolini e la responsabile delle scene Leila Fteita, viene ripercorsa la realizzazione del revival dello spettacolo originale a 125 anni dal suo esordio sulla scena torinese. 

L'affaire Bohème - Telepatia musicale

Nel febbraio del 1893 Giacomo Puccini incontra a Milano l'amico Ruggero Leoncavallo – autore di Pagliacci – ed entrambi scoprono di star lavorando ad un'opera sul testo Scènes de la vie de bohème. Nessuno dei due sa che nello stesso momento, a Parigi, anche il celebre compositore Jules Massenet si sta interessando allo stesso testo. Un caso di “telepatia musicale” che segna la fine di un'amicizia – quella tra Puccini e Leoncavallo – e l'inizio di una battaglia senza esclusione di colpi.
A ripercorrere  “L’affaire Bohème” c’è Piero Maranghi: direttore di Classica HD e regista insieme a Paolo Gavazzeni de La bohème di Puccini, in scena al Teatro Regio di Torino nell'edizione originale.

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

Cultura

Tiepolo. Venezia, Milano, l'Europa.

Entra nelle Gallerie d’Italia di Milano, e inizia lo straordinario tour virtuale

{"toolbar":[]}