{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Cinquant'anni di DAMS: la mostra a Bologna

Umberto Eco a lezione in aula
Umberto Eco a lezione in aula

In occasione del cinquantesimo anniversario del DAMS di Bologna, Intesa Sanpaolo sostiene la mostra “NO DAMS! 50 anni di Corso di Laurea in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo”

 

Il DAMS di Bologna compie 50 anni. Per festeggiare questo traguardo, unico in Italia, il Dipartimento delle Arti ha organizzato un lungo e ricco palinsesto di appuntamenti culturali, online e in presenza: incontri, dialoghi con ex alumni, mostre, una laurea honoris causa, convegni e spettacoli fino al clou della manifestazione, la “tre giorni” (18-20 giugno) in piazza Maggiore e in diversi luoghi del centro storico, a partire dalle sedi storiche del DAMS. Il nome di questo cartellone che raccoglie gli oltre trenta eventi, tutti a ingresso libero, è DAMS50.

Tra le varie mostre in programma, Intesa Sanpaolo sostiene NO DAMS! 50 anni di Corso di Laurea in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo”, a cura di Claudio Marra e Anna Rosellini, prevista dal 6 maggio al 20 giugno 2021. L’esposizione prende vita negli spazi del Museo internazionale e Biblioteca della Musica in Strada Maggiore 34, storica sede del corso di laurea: fotografie, articoli di giornale, documenti ufficiali, filmati storici, disegni, materiali provenienti da archivi pubblici e privati che, combinati insieme, tessono la trama del DAMS dal 1971 a oggi nell’allestimento immersivo progettato dall’architetto Eric Lapierre. I materiali raccontano, pur se in maniera sintetica, i capitoli di una storia unica, tanto nei riflessi interni al mondo universitario quanto nel rapporto, a volte conflittuale, ma sempre vivo e intenso, con la città: dagli esordi, a inizio decennio, fino agli eventi del ’77, dal drammatico intreccio dei cosiddetti “delitti del DAMS” ai collettivi degli anni Ottanta, dalla Pantera degli anni Novanta fino ai cambiamenti dopo il Duemila. “NODAMS” ricorda i principali passaggi storici del Corso di Laurea, ma suggerisce anche, già a partire dalla particolarità del progetto espositivo, come il DAMS continui ad essere, anche oggi, un luogo di innovazione didattica, di ricerca e di sperimentazione estetica.

I festeggiamenti culmineranno, dal 18 al 20 giugno sul palco di piazza Maggiore, in tre spettacoli ancora top secret che prevedono la partecipazione di grandi artisti del panorama nazionale, in grado di dare voce alle tante anime creative che hanno popolato e popolano il DAMS.

Gli appuntamenti sono realizzati con il supporto dell’Università di Bologna, della Regione Emilia-Romagna e del Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, in collaborazione con il Comune di Bologna, con le realtà dipartimentali DAMSLab e La Soffitta, con le istituzioni universitarie affini Centro Internazionale di Studi Umanistici “Umberto Eco” e Almae Matris Alumni Association, e con le principali istituzioni e associazioni del territorio.

La prenotazione online del biglietto gratuito della mostra NODAMS! è obbligatoria sul sito www.midaticket.it e nei giorni di sabato, domenica e festivi è richiesta con almeno 24 ore di anticipo.

 

Orari della mostra NODAMS! 

Dal martedì al venerdì: 11-13.30 e 14,30-18,30 - Sabato, domenica e festivi: 10-18,30

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

Cultura

La Maddalena: tra Caravaggio e Canova

Dal al

Museo Gypsotheca Antonio Canova Possagno

Cultura

Le Gallerie d'Italia ripartono dal futuro

Dal al

Vicenza, Gallerie d’Italia

{"toolbar":[]}